giovedì, 13 Giugno 2024

Il primo trofeo della stagione estiva materana del Centro Sportivo Italiano se l’aggiudica la detentrice del Torneo “Maria Ss. della Bruna”, la Cooperativa Lavoro Sociale LC Team. Superando con un pirotecnico 7-6 l’avversaria (miglior piazzata nei gironi della stagione precedente), la Boutique Kitch Lo Stragelato, i ragazzi del presidente Giuseppe Festa alzano al cielo il Trofeo dedicato alla memoria del compianto bomber Vito Chimenti. Spettacolo e commozione sul sintetico della parrocchia di San Giacomo, dove oltre al ricordo si è assistito ad una partita spettacolare, ricca di colpi di scena e già pimpante, che ha strappato applausi e ammirazione dal folto pubblico presente, che ha gremito non solo le tribune, ma anche l’esterno della struttura.

Il Comitato Territoriale di Matera del Centro Sportivo Italiano ha dedicato la serata di festa calcistica all’amico Vito Chimenti, che è stato ricordato prima dell’incontro anche dai suoi giovani ragazzi del FC Pomarico, giunti sul sintetico di San Giacomo con due striscioni in memoria del loro mister. Cerimonia inaugurale alla quale hanno partecipato, la signora Anna Maria, moglie di Vito, ed i figli Valentino e Floriana Chimenti; oltre al presidente Csi Lorenzo Calia, anche il parroco di San Giacomo, padrone di casa, don Biagio Colaianni, in rappresentanza del Comitato Festa Maria Ss. Della Bruna, Nicola Spagnolo, Francesco Staffieri e Eustachio Di Cecca, il Delegato Arcivescovile per la Festa, don Francesco Di Mazio. Don Biagio e don Francesco hanno regalato alle squadre ed al pubblico presente la preghiera dedicata alla Madonna e la benedizione ben augurale per l’inizio del Torneo. Per ricordare Vito Chimenti, oltre ai giovani atleti, in campo anche la dirigenza del FC Pomarico, con il presidente Antonio Difigola, il dirigente Rocco Difigola, il Direttore generale Giuseppe Festa e il Direttore sportivo Antonio Epifania.

“Ci sono tanti suoi ragazzi stasera, ma anche i dirigenti della sua ultima squadra, il Pomarico – racconta commosso Valentino Chimenti prima della sfida dedicata al compianto papà –. Questo dimostra che qualcosa di buono è stato generato nella sua vita sportiva. Ho anche saputo, perché mi hanno chiesto l’approvazione, che una squadra iscritta al torneo la Technama, avrà nel logo una foto stilizzata di mio babbo con la scritta Chimenti sulla maglia. Sono i suoi ragazzi ed il rispetto che hanno dimostrato nel chiedere il permesso alla famiglia rende l’idea di cosa Vitino ha lasciato. Un significato che sa tanto di famiglia, di unione e gruppo, l’essenza del calcio giovanile – conclude Valentino Chimenti –. Questa è la vera testimonianza di quanto è stato fatto e speriamo di poter, in primis io stesso, ripetere almeno in parte il lavoro che è stato fatto e l’esperienza che ha vissuto mio padre con così tanti giovani”.

Commozione anche da parte dell’ultimo presidente della storia sportiva di Vito Chimenti, il patron del FC Pomarico. “Per noi Vito è un faro – esordisce Difigola, quasi come ad avere ancora accanto a sé Vito, poi si corregge –, purtroppo dovevo dire era. La politica di puntare sui giovani è il nostro investimento e credo che con Vito avevamo una comunione d’intenti chiara e reale. Su questo obiettivo ci siamo sempre trovati ed era diventato non solo un allenatore della mia squadra, ma il mio vero e proprio braccio destro, facevamo tutto insieme per la nostra squadra. Mancherà – conclude Difigola –, mancherà tantissimo a noi ed ai ragazzi. Speriamo di poter continuare sul solco che lui ci ha lasciato, sulla strada che ci ha indicato di seguire, sperando che tanti ragazzi, anche materani, possano sfruttare l’occasione e venire a giocare con noi per crescere ancora tanto e insieme”.

La sfida. Due squadre devote allo spettacolo hanno giocato a tutto campo, ribattendo colpo su colpo. La formazione detentrice del trofeo, la Cooperativa Lavoro Sociale LC Team ha iniziato  con il piede sull’acceleratore, ma capitan Vivilecchia e compagni non hanno mai mollato, rispondendo ad ogni affondo. La prima frazione, infatti, regala già sei reti, tre per parte. La 1° Supercoppa Maria Ss. Della Bruna Csi – Trofeo “Vito Chimenti” è poi rimasta in bilico sino al termine, nonostante l’affondo di Manneh, che dopo il primo vantaggio i Boutique Kitch Lo Stragelato ad inzio ripresa, grazie alla marcatura di Bitetti, risponde trascinando i suoi con tre reti consecutive (a completare un personalissimo poker di realizzazioni) e portando la sfida sul 6-4. Ma nel finale prima Storsillo e poi Dobrozi, con un colpo da vero bomber sotto porta, riportano la sfida in parità. Nel finale, è il tiro libero di Zanella a chiudere definitivamente i conti e regalare il trofeo alla Cooperativa Lavoro Sociale LC Team. Bellissimo il gesto finale del presidente Giuseppe Festa, che dopo aver alzato e festeggiato il Trofeo con i suoi ragazzi, ha scelto di donare alla famiglia la Coppa che rappresenta il primo trofeo dedicato al compianto Vito Chimenti, nella commozione generale di un momento che resterà sicuramente nei ricordi di tutti.

COOP. LAVORO SOCIALE/LC TEAM – BOUTIQUE KITCH/LO STRAGELATO  7 –  6

COOPERATIVA LAVORO SOCIALE/LC TEAM: 14. D’Amelio, 1. Tortorelli, 15. Moliterni, 7. Varisco, 5. Fiore, 10. Martemucci, 22. Fabiano, 11. Giordano, 19. Bottalico, 12. Zanella, 8. Manneh, 9. Angelino. Allenatore: V. Larotonda. Vice: A. Larotonda. Presidente: Giuseppe Festa

BOUTIQUE KITCH/LO STRAGELATO: 1. Coretti, 17. Prisco, 2. Bitetti, 3. Tamborra, 5. Storsillo, 7. Colamonaco, 8. Panarella, 9. Dobrozi, 10. Vivilecchia, 11. Lovecchio, 37. Perrone. Allenatore: Bitetti. Dirigenti: Rubino, Persia, Mele.

ARBITRI:  Loschiavo e Cosola.

RETI: 5’ 40’’ pt Fabiano, 6’ 40’’ pt Tamborra, 13’ 15’’ pt Martemucci, 16’ pt Tamborra, 20’ 10’’ pt Manneh, 25’ 35’’ pt Storsillo, 2’ 15’’ st Bitetti, 4’ st Manneh, 5’ 14’’ st Manneh, 6’ 24’’ st Manneh, 18’ st Storsillo, 22’ 49’’ st Dobrozi, 25’ 45’’ st Zanella su tiro libero.

NOTE:  Ammoniti Storsillo e Fabiano. Cartellino bianco: Tamborra.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap