domenica, 21 Aprile 2024

Il Comitato Territoriale di Matera del Centro Sportivo Italiano in conferenza stampa, ha presentato la 29° edizione del Torneo di calcio a 5 “Maria Santissima della Bruna”. Nella sala conferenze del Laboratorio Urban Center “Spazio Spine Bianche” messo a disposizione dall’Amministrazione comunale, sono state svelate date e attività dell’edizione 2024, con tante conferme e alcune novità. . Una manifestazione che, anche per questa stagione e per il 19° anno consecutivo, vedrà impegnato il CSI di Matera anche nel settore giovanile, con Pulcini, Esordienti, Giovanissimi, Allievi e Juniores in campo ad allietare l’estate sportiva della città dei Sassi nelle strutture di San Giuseppe Artigiano (per il settore giovanile) e San Giacomo (per Open e Juniores).

Tra le novità di questa stagione, spinti dalle richieste arrivate da diversi atleti, l’introduzione della categoria Over40, ma anche l’importante conferma del Cartellino Bianco per i migliori gesti tecnici e di fair play in campo; l’introduzione di un momento conviviale per l’incontro tra organizzatori e capitani delle squadre e l’estensione delle attività anche al Padel e al Basket, ma anche delle iniziative di Ciclismo. Una stagione estiva pronta a partire con ampio anticipo rispetto al solito. Infatti, le iscrizioni per il Torneo di calcio a 5 sono aperte da oggi e saranno possibili, per la categoria Open e Over 40, sino al 20 aprile; per le categorie giovanili sino al 5 maggio.

“Le nostre attività rivolte al sociale sono operative tutto l’anno – ha spiegato Lorenzo Calia, presidente territoriale del CSI Matera – Da questa stagione abbiamo ampliato quelle relative ai diversamente abili e alla terza età. Abbiamo investito in attrezzi e materiali che ci hanno permesso di estendere le iniziative. Per quel che riguarda i Tornei intitolati alla Protettrice della nostra città, Maria Santissima della Bruna, siamo già pronti ed abbiamo già un numero importante di squadre che hanno manifestato interesse all’iscrizione. Questo – ha continuato Calia – sarà anche il 19 anno dei tornei giovanili, tassello molto importante della nostra attività, alla quale rivolgiamo grande attenzione e che ci ricorda il compianto amico Franco Iacovone. Inoltre anche quest’anno avremo la neo istituita Supercoppa, dedicata ad un’altra persona che abbiamo sempre a cuore e che è sempre stato vicino alle nostre attività estive, Vito Chimenti, giunta alla sua seconda edizione”.

Dal punto di vista regolamentare anche il Responsabile Tecnico dell’Attività sportiva e arbitrale, Cosimo Ambrosecchia ha ragguagliato la platea. Nessuna novità sostanziale, e la conferma del Cartellino Bianco come baluardo del fair play e della correttezza in campo delle squadre. Una scelta che viaggia di pari passo con il fulcro dell’attività del Centro Sportivo Italiano. “Anche in questa stagione la nostra mission è quella di “Educare attraverso lo sport”, rafforzando le relazioni tra scuola, famiglia, parrocchia e sportivi – ha ricordato Nino Di Cuia, Componente del Collegio Nazionale dei Probiviri del CSI e consigliere provinciale –. Sappiamo bene quanto bisogno c’è in questo momento di sport e divertimento in questo momento storico difficile e pieno di guerre nel Mondo. Istaurare relazioni con le altre agenzie educative è fondamentale e noi ci lavoriamo tutti i giorni, nonostante costa fatica e tempo, resta la nostra mission”.

Come detto, sarà rinnovato l’appuntamento con la Supercoppa “Maria Ss. della Bruna” Trofeo “Vito Chimenti”, giunto alla seconda edizione, e nelle parole di Valentino, il figlio della bicicletta più famosa d’Italia si ritrova ancora una volta la vicinanza allo sport ed ai valori del Centro Sportivo Italiano. “Le testimonianze la dicono tutta, vedere dei ragazzi prendere delle iniziative e fare loro gli insegnamenti di mio padre, fa parte delle orme che lasciamo nei ragazzi, i nostri uomini di domani – ha raccontato Valentino Chimenti –. Noi ci definiamo educatori e non mister di questi ragazzi. E Vitino, ha dimostrato di potersi guadagnare la fiducia di questi ragazzi e di trasmettere loro dei valori importanti. Ho avuto dimostrazioni e testimonianze di affetto e vicinanza incredibili, con gesti importanti e significativi che ancora oggi continuano. È questo il bello, la dimostrazione di cosa si può lasciare come ricordo e segno indelebile delle nostre gesta”. Anche la moglie di Vito, la signora Anna, presente in conferenza ha voluto regalare un libro che parla della vita sportiva di Vito Chimenti al Csi per l’impegno nel ricordo del compianto calciatore e allenatore, un regalo con una speciale dedica al Centro Sportivo Italiano di Matera. La 2° Supercoppa Maria Ss. della Bruna – Trofeo “Vito Chimenti” sarà disputata il 17 maggio tra la vincente dell’edizione 2023, la Tecnovetro e la squadra che nei gironi ha ottenuto il miglior piazzamento, la Tabaccheria Sassone.

Tra le novità di questa stagione, presentata dal suo ideatore, Eustachio Di Cuia, Vice Presidente provinciale e regionale del Csi Basilicata, la Serata dei Capitani. Infatti, il prossimo 10 maggio in occasione dei sorteggi dei gironi, i capitani delle squadre saranno chiamati ad una serata conviviale, offerta dal Csi, per scambiarsi opinioni, idee e condividere la consegna ad ognuno di loro della fascia di capitano logata Csi. Inoltre, l’occasione è stata propizia per lanciare un’altra iniziativa del Comitato Territoriale di Matera del Csi, la campagna di reclutamento di nuovi arbitri di calcio, pallavolo e pallacanestro. Anche per questo sono aperte le iscrizioni e si potrà accedere gratuitamente al corso per iniziare una nuova avventura nell’ambito sportivo, condividendo i valori del Centro Sportivo Italiano. Nella conferenza spazio anche alla presentazione di due progetti importanti legati all’attività di ciclismo, con Giovanni Gentile, presidente del Bici Club “Adriano Pedicini” che ha illustrato la seconda edizione della Ciclopedalata del 1° maggio, che coinvolgerà chiunque voglia partecipare in un giro cittadino ed una giornata di festa e sport per grandi e piccini, con la possibilità di godersi la città libera dal traffico; e la 1° Randonnée “Le Colline Materane” inserita nel calendario Nazionale aperta ai ciclisti amatori per valorizzare i territori che ospitano il Comitato Territoriale, partendo da Matera toccherà i paesi di Irisina, San Chirico Nuovo, Tricarico, Grassano, Grottole, Miglionico, Pomarico e Montescaglioso per tornare a Matera.

Presente in conferenza stampa anche il vice Sindaco della città di Matera e Assessore allo Sport, Antonio Materdomini, che ha voluto sottolineare l’importanza delle iniziative del Centro Sportivo Italiano per la città dei Sassi. “Sono felice di essere qui perché l’amministrazione è vicina agli organizzatori e siamo felici di poter presentare una manifestazione che è giunta alla sua ventinovesima edizione, possiamo dire che fa parte della storia della città – ha sottolineato Antonio Materdomini –. Ciò che più mi ha colpito è la conferma dell’iniziativa legata al fair play con il Cartellino Bianco, una scelta di grande valore per il Centro Sportivo Italiano di Matera e che sottolinea la funzione dello sport nella formazione dei valori di grandi e piccini”.

Nel finale della conferenza, spazio dedicato ad un premio associativo importantissimo, il riconoscimento per la sua esperienza trentennale nell’associazione ad un veterano e grande protagonista in ogni settore, da quello societario a quello associativo, passando per il suo impegno come animatore, educatore, arbitro, presidente di società, organizzatore di eventi e attività. Per questi e per tanti altri motivi, il Csi ha deciso di insignire Vito Loschiavo del Discobolo d’Oro al Merito.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap