venerdì, 12 Luglio 2024

Silvio G. Pavil e Angelo Raffaele Scalcione rispettivamente delle classi IV e V C del settore enogastronomia dell’I.I.S. “Antonio Turi” di Matera, con il piatto “Filetto di maialino Lucano farcito con bietole e pere su zattera di polenta fritta, flan di rape e funghi cardoncelli” si sono classificati al terzo posto nella prima edizione del Premio  “Sirino in Transumanza”.

Accompagnati dal docente di enogastronomia, Vito Incarbona, gli studenti sono stati individuati tra i migliori allievi delle Scuole Alberghiere della Basilicata (Maratea, Potenza, Matera, Pisticci-Marconia e Melfi). Il concorso gastronomico, è stato organizzato dall’associazione “Basilicata a way of living” in collaborazione con lo chef italo-americano di origini lucane Luigi Diotaiuti e sarà replicato per i prossimi cinque anni in location differenti della Basilicata.

Una giuria di esperti del panorama gastronomico italiano ed internazionale composta dagli chef Novi Gerardo (presidente della giuria) Francesco Castelluccio e Gerardo De Luca ha dovuto valutare competenze e professionalità dei giovani chef che si sono cimentati in piatti di elevato spessore gastronomico. Tecnica di cottura, mise en place, sapore e presentazione sono stati i punti di valutazione per decretare i vincitori.

Sul gradino più alto gli alunni dell’alberghiero di Maratea, al secondo posto l’alberghiero di Potenza e al terzo gli alunni della città dei Sassi che si sono aggiudicati un trofeo e un assegno di cento euro come borsa di studio.

Il servizio di sala è stato svolto dagli alunni dello stesso “Turi”, Lorenc Kushi e Ettore Carpentieri. I vincitori, sono stati premiati da Rocco Pozzulo presidente della Federazione Italiana Cuochi.

Prima della gara si è svolto il convegno sul tema “Turismo, istruzione ed eccellenze sul territorio lucano” moderato dal giornalista Fabio Falabella con la partecipazione di Salvatore Adduce (Presidente della Fondazione Matera-Basilicata 2019), Domenico Cerbino (Alsia), Antonio Pessolano (Presidente Coldiretti Basilicata), Annibale Formica (Presidente Comunità del Cibo e della Biodiversità del Sud Basilicata), Biagio Motta (Federazione Italiana Sommelier) e Pietro Anania (ristoratore).

Il concorso si prefigge lo scopo di stimolare la vitalità economica del territorio regionale e dei suoi abitanti, facendo leva sugli elementi caratterizzanti di agricoltura e paesaggio promossi in chiave eco-turistica, al fine di potenziare la sensibilità delle popolazioni locali per la cultura della sostenibilità e di valorizzare le competenze formative specifiche degli allievi delle scuole alberghiere, perseguendo la tutela del patrimonio agricolo ed ambientale di casa nostra.

Grande soddisfazione è stata espressa da Carmela Gallipoli dirigente scolastico dell’I.I.S. “Antonio Turi” che quotidianamente incoraggia e invita sempre gli alunni a mettersi in gioco e a dimostrare le competenze acquisite con passione e determinazione.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap