domenica, 14 Luglio 2024

L’Associazione Italiana Giovani per l’Unesco ha avviato anche per l’anno scolastico 2020/2021 il Programma Nazionale EDU in stretta collaborazione con il MIUR, con il supporto della Presidenza del Consiglio dei Ministri e Banca d’Italia, che ha visto la realizzazione di laboratori didattici in tutte le regioni finalizzati alla promozione delle tematiche UNESCO e dei 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 (https://aiguofficialedu.it/basilicata/).

Il comitato di Basilicata ha sviluppato il Progetto “#Zerobarriere” in collaborazione con l’Istituto comprensivo “G. Fortunato” di Rionero e l’Università degli studi di Basilicata con una serie di workshop, laboratori e visite sul campo all’insegna del turismo lento, sostenibile e accessibile a tutti; infatti attraverso il progetto #Zerobarriere cinquanta studenti hanno sviluppato nuovi possibili racconti turistici del territorio lucano attraverso il linguaggio grafico.

I risultati del progetto sono stati presentati oggi presso il Comincenter dell’Ateneo lucano a Potenza con una conferenza stampa alla presenza dei partners e dei protagonisti del progetto ed a conclusione con l’inaugurazione del totem multimediale plurisensoriale #Zerobarriere che racconta lo sviluppo ed i risultati del progetto in maniera accessibile a tutti.

Presenti l’AD del CominCenter Antonio Candela, la Dott.ssa Vincenza Miglionico in rappresentanza dell’Ufficio scolastico regionale, la Prof.ssa Paola D’Antonio Prorettrice con delega alla disabilità e dsa dell’Università degli studi di Basilicata, Marco Cerverizzo coordinatore regionale Edu Basilicata e Luigi Zotta già Rappresentante regionale oggi Vice Presidente nazionale dell’Associazione italiana giovani per l’UNESCO.

Una grande soddisfazione aver concluso anche questa annualità del progetto EDU/Academy con ottimi risultati e di poterli presentare qui al CominCenter dell’ateneo lucano dove gran parte del percorso è iniziato – ha dichiarato Luigi Zotta in apertura della conferenza stampa – con una sinergia sviluppata e consolidata negli anni grazie alla collaborazione di tutti i partners nel promuovere e coinvolgere non solo le scuole del territorio ma soprattutto gli studenti ed i docenti su un tema così importante quale l’accessibilità universale ai patrimoni culturali tramite percorsi di turismo lento. Siamo certi che le partnership avviate proseguiranno e porteranno nuovi obiettivi nel corso dei prossimi anni con notevoli ricadute non solo per gli studenti ma anche per i territori..

La conferenza si è conclusa con l’inaugurazione del totem plurisensoriale #Zerobarriere che rimarrà ospitato temporaneamente nei locali del CominCenter prima di essere posizionato all’ingresso dell’Università per una piena fruizione.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap