Sarà inaugurata
domenica 6 maggio
alle ore 18.00, nel Museo Archeologico
Nazionale della Basilicata Dinu Adamesteanu
di Potenza, la mostra: Sulle orme di
Eracle: frammenti di storia lucana
.

         La rassegna archeologica è dedicata
alla genesi dell’identità lucana e si incentra su una delle figure cardine
della mitologia greca, quella di Eracle, il semidio, forte per eccellenza, per
la molteplicità delle sue avventura e per la complessità della sua personalità.

         Nel mondo lucano, ove è stato accolto
dalle aristocrazie indigene fin dall’età arcaica, Ercole è il modello
espressione di forza e di virtù eroica.

         In occasione della mostra, che rientra
tra gli appuntamenti de Le grandi civiltà in pillole: incontri al museo,
saranno esposti alcuni oggetti votivi in bronzo rinvenuti nel Santuario di
Serra Lustrante di Armento [in particolar modo la “clava” e la “leonte”
relativi a una statua di culto di Eracle], provenienti dal Museo
Archeologico Nazionale della Siritide di Policoro
.

         Ancora una volta a far da sfondo
all’elemento principale saranno reperti facenti parte dell’esposizione
permanente del percorso museale.

         Interverranno: Patrizia Macrifugi,
Responsabile Valorizzazione del Museo Archeologico Nazionale di Potenza e Antonio
Capano
, Archeologo, già Direttore del Museo Archeologico Nazionale
dell’Alta Val d’Agri.

         Lucia Corbo, studentessa del
Liceo Artistico e Musicale di Potenza, eseguirà con l’arpa celtica brani di
musica classica.

         La mostra resterà aperta fino al 20
maggio 2018
, negli orari di apertura del Museo.

 
Pubblicità
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *