giovedì, 25 Luglio 2024

 

Alla luce dei numerosi
episodi di truffa consumati su tutto il territorio nazionale, che vedono gli
anziani fra le principali vittime, l’Arma dei Carabinieri, oltre alle indagini
nello specifico settore, ha pianificato a livello locale, attraverso le Stazioni
presenti in maniera capillare su tutto il territorio, una serie di incontri con
i cittadini, nelle principali sedi di aggregazione, finalizzati a
sensibilizzarli nei confronti del citato fenomeno, tanto diffuso quanto
difficile da individuare nell’immediatezza.

Tale attività
informativa, basata soprattutto sulle conoscenze acquisite in ambito
professionale ed a seguito degli episodi verificatisi, è finalizzata in via
prioritaria ad informare i cittadini sulle principali truffe compiute, con
particolare attenzione alle tipologie più diffuse, al fine di ridurre il
rischio di rimanerne coinvolti.

Nello specifico, nei
giorni scorsi, presso la sede del comitato feste della Parrocchia di Pomarico,
presso il circolo multigenerazionale situato all’interno del Castello del
Malconsiglio di Miglionico e presso il circolo anziani di Grottole, i
Comandanti delle locali Stazioni Carabinieri hanno tenuto degli incontri a cui
hanno preso parte un consistente numero di persone.

In particolare sono stati
forniti utili consigli su come difendersi dalle tipologie di truffa risultate
fra le più consumate.

E’ stato illustrato come
personaggi senza scrupoli scelgano appositamente gli anziani come vittime
preferite, perpetrando nei loro confronti raggiri che fanno leva soprattutto
sugli affetti personali.

In alcuni casi i
truffatori:

–         
spacciandosi quali avvocati si presentano presso le abitazioni delle ignare
vittime informandole, falsamente, di sinistri stradali che vedono coinvolti
stretti congiunti, pretendendo somme di denaro, in certi casi molto
consistenti, per garantirli da problemi con la giustizia;

–         
qualificandosi come operatori di note aziende fornitrici di servizi energetici,
con il pretesto di effettuare controlli, entrano nelle abitazioni e mentre uno
dei complici intrattiene l’ignara vittima, l’altro perlustra le stanze
impossessandosi di danaro contante, orologi e preziosi.

I militari dell’Arma, nel
corso degli incontri, hanno fornito ai cittadini una serie di utili consigli
per evitare di cadere vittime di raggiri, quali:

–         
contattare sempre un parente o comunque rivolgersi alle forze dell’ordine in
caso di dubbi circa l’identità degli autori di chiamate telefoniche o di
persone che dovessero presentarsi riferendo di venire per conto di famigliari o
per svolgere le più svariate attività;

–         
contattare comunque le forze dell’ordine nel caso vengano recapitati, da parte
di presunti corrieri, pacchi contenenti oggetti asseritamente richiesti da
figli, parenti ecc. E’ comunque opportuno, prima di ricevere il pacco, appurare
se quanto riferito dal corriere corrisponda al vero;

–         
non consegnare mai soldi a persone che si presentano riferendo di dover fornire
dei servizi a domicilio;

–         
avvisare comunque le forze di polizia qualora vengano notate persone sospette
nei pressi delle proprie abitazioni.

I cittadini che hanno
preso parte agli incontri hanno particolarmente apprezzato l’iniziativa
dell’Arma, mostrandosi fortemente interessati alla tematica trattata e,
soprattutto, ai consigli forniti nella circostanza.

Ai Comandanti di
Stazione, infatti, sono stati rivolti numerosi quesiti tesi ad ottenere
chiarimenti su determinati aspetti.

Tali suggerimenti sono di
indubbio aiuto soprattutto per le persone più anziane, risultate essere le
vittime preferite dei truffatori.

 
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap