giovedì, 18 Luglio 2024

La Polizia di Stato ha individuato in agro di
Pisticci due casi di indebita percezione di ingenti quantitativi di energia e
denunciato per furto due pregiudicati, già recidivi per reati dello stesso
tipo.
Il furto avveniva attraverso un allacciamento
diretto alla rete elettrica dopo aver manomesso e aggirato il contatore, che
perciò risultava non attivo nonostante in quelle abitazioni vi fosse consumo di
corrente elettrica.
Le abitazioni, inoltre, erano occupate indebitamente
dai due soggetti, i quali dovranno perciò rispondere anche di occupazione
abusiva.
Il furto fino ad oggi da essi compiuto è stato
stimato rispettivamente in circa 3 mila e 5 mila euro, senza parlare dei danni
materiali arrecati all’impianto Enel.
I controlli, in diverse abitazioni, sono stati
effettuati in virtù di una collaborazione attivata tra il Commissariato di P.S.
di Pisticci e personale dell’Enel di Matera.
Altri servizi di controllo del territorio svolti dal
personale del Commissariato di Pisticci, volti alla prevenzione e alla
repressione dei reati contro il patrimonio nella fascia jonico metapontina,
hanno inoltre portato a controllare alcuni immigrati. Uno di essi, di
nazionalità marocchina, è risultato privo di alcun tipo di documento. All’uomo
è stato conseguentemente notificato decreto di espulsione emesso nel corso
della stessa giornata dal Prefetto di Matera.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap