giovedì, 29 Febbraio 2024

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito, motu proprio, trenta onorificenze al Merito della Repubblica Italiana a cittadine e cittadini che si sono distinti per atti di eroismo, per l’impegno nella solidarietà, nel soccorso, per l’attività in favore dell’inclusione sociale, nella promozione della cultura, della legalità e per il contrasto alla violenza.
Tra i tanti esempi presenti nella società civile e nelle istituzioni, casi significativi di impegno civile, di dedizione al bene comune e di testimonianza dei valori repubblicani, c’è anche il 41enne Gaetano Fuso (nella foto con il capo della Polizia Franco Gabrielli, immagine da Repubblica.it), ex assistente capo della Polizia che per diversi anni è stato in servizio presso la Questura di Matera.
Fuso, nato a Calimera in provincia di Lecce, ha ricevuto l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana con la seguente motivazione: ‘Per la determinazione e la forza d’animo con cui ha portato a compimento il progetto ‘La Terrazza – Tutti al mare!’ per i malati di SLA e di altre patologie neurodegenerative’.
Da cinque anni affetto da sclerosi laterale amiotrofica. Prima di ammalarsi era un ragazzo dinamico, sportivo, che amava il mare. Anche dopo la malattia sognava di poter continuare ad accedere alla spiaggia. Nell’estate 2015 ha realizzato il progetto La Terrazza ‘Tutti al mare!’, grazie al sostegno della famiglia e degli amici più cari, ingegneri, informatici, fotografi, esperti in comunicazione e nanotecnologie, che con lui hanno fondato l’associazione 2HE – Center for Human Health And Environment, e grazie al gruppo ‘Pazzi per Gaetano’, che ha sposato la causa organizzando iniziative e campagne di crowdfunding. A pochi chilometri da Calimera, a San Foca, sorge oggi una terrazza sul mare attrezzata per ospitare in modo sicuro e senza alcun tipo di barriera malati di SLA e di altre patologie neurodegenerative.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap