domenica, 21 Luglio 2024

In copertina disegno
preparatorio di Giuseppe Stampone per Matera Alberga
 
 

Riparte Matera Alberga –
Arte accogliente che dà appuntamento al 23 febbraio dalle 11 alle 21 con
l’intervento di Giuseppe Stampone (Cluses, 1974) presso l’Hotel del Campo. Dopo
il grande successo di pubblico e stampa delle aperture realizzate in occasione
dell’opening di Matera 2019 – con le opere di Dario Carmentano, Alfredo Pirri,
Filippo Riniolo – il progetto si avvia a svelare la quarta installazione
costruendo una mappa virtuale e reale d’arte e d’accoglienza nei Sassi di
Matera.

“Il mio
intervento”, spiega Giuseppe Stampone, che incontrerà il pubblico alle 19
del 23 febbraio, “si intitola Doppia faccia/ Double face. Parto
da una cartolina iconica di Matera e la vado a trasformare e post-produrre con
il mio lavoro. Per me Matera non è solo quella della cartolina, ma include
insieme ai Sassi e alla Murgia anche le periferie costruite dai grandi
architetti (Carlo Aymonino, Ettore Stella, Luigi Piccinato, Giancarlo De Carlo
e altri), sviluppatasi dopo il 1952. Proprio per questo ho creato un lightbox
di 3 x 2 m. che raffigura due bambini giramondo, soggetti molto presenti nella
mia ricerca. Attraverso le mie opere hanno viaggiato a New York, a Rotterdam, a
San Paolo. Questi due ragazzi per la prima volta non vedranno una città
contemporanea, ma una città archeologica, in una crasi tra Sassi e palazzi
delle periferie, creando la visione di un nuovo luogo, dove il centro è
periferia e viceversa. Dove la storia si unisce alla contemporaneità. Dove
viene annullato lo spazio-tempo sequenziale e didascalico per evidenziare il
fatto che Matera non è solo i Sassi ma la gente che la abita”.

Matera Alberga è un
progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 prodotto da Fondazione
Matera-Basilicata 2019, ideato e curato da Francesco Cascino, Art Consultant,
Fondatore e Direttore artistico di Arteprima, in collaborazione con Christian
Caliandro; in partnership con CAM, Consorzio albergatori materani, e con il sostegno
della Fondazione Carical. 

Tutte le opere hanno una
forte componente partecipativa, invitando i visitatori ad entrare in contatto
diretto con esse e si configurano come progetti permanenti negli spazi degli
hotel coinvolti. Con Matera2019, infatti, sei alberghi della città di Matera
che riproducono i vecchi Vicinati dei Sassi diventano luoghi di accoglienza ed
esperienza creativa, spazi di produzione culturale, luoghi di scambio tra
abitanti e viaggiatori, di condivisione sociale e culturale. 

Il progetto Matera
Alberga si arricchisce dei programmi partecipativi di formazione Art Thinking e
Art Walking a cura di Francesco Cascino e Dario Carmentano.  

Gli Art Thinking sono dei
workshop indoor su arte e intelligenza emotiva che analizzano i fenomeni e le
pratiche dell’arte contemporanea con l’obiettivo di promuovere una nuova
consapevolezza sull’arte, da intendersi come una attività connaturata a tutte
le persone, nessuna esclusa. Ogni mese, a partire dalle installazioni realizzate
dagli artisti in collaborazione con gli albergatori coinvolti nel progetto, Matera
Alberga coinvolge e invita tutti, materani e cittadini temporanei a partecipare
a questi laboratori di riflessione sull’arte. Il 23 febbraio Francesco Cascino,
Dario Carmentano e Giuseppe Stampone presentano il primo workshop presso
l’Hotel del Campo dalle 10 alle 12: partendo dalla Antica Grecia, e proiettando
decine di immagini delle opere più importanti della storia, i relatori
giungeranno al Presente e ai protagonisti dello scenario mondiale dell’arte
contemporanea, per comprendere il mondo e le sue evoluzioni attraverso la
ricerca degli artisti visivi e con particolare focus sull’opera che inaugura il
23 febbraio.  

Per iscriversi bisogna
accedere al portale di Matera Events cliccando questo
link

Per Art Walking si
intende una modalità di esplorazione del territorio con gli occhi dell’arte,
per riflettere sui temi di accoglienza, convivenza e incontro e il senso di
armonia e comunità che i luoghi possono generare attraverso il dispositivo
dell’arte. Con Matera Alberga i visitatori avranno l’occasione, a partire dagli
hotel coinvolti nel progetto, di partecipare a delle passeggiate domenicali
(previste per la domenica successiva all’apertura di ogni installazione) per
esplorare con gli occhi dell’arte e approfondire la conoscenza di Matera, della
Murgia e delle installazioni di Matera Alberga. Domenica 24 febbraio si parte
dall’Hotel del Campo alle ore 10 e dall’installazione di Giuseppe Stampone,
intesa come una sorta di Star Gate, una porta metaforica che apre il percorso
inverso a quello che fecero gli abitanti esodati dai Sassi nel 1952, e si
visiteranno le altre installazioni inaugurate il 18 gennaio nell’ambito di
Matera Alberga, con le opere di Dario Carmentano, Alfredo Pirri, e Filippo
Riniolo.

Per iscriversi bisogna
accedere al portale Matera Events, cliccando questo
link

 Il percorso di Matera
Alberga continuerà il 16 marzo presso Sextantio Le Grotte della Civita con
l’intervento di Georgina Starr (1968, Leeds); infine dal 20 Aprile presso Casa
Diva sarà possibile interagire con l’arte di Salvatore Arancio (Catania, 1974),
che realizzerà inoltre una performance su Murgia Timone.

Agenda:

 

23 Febbraio 2019 dalle 11
alle 21 – Hotel del Campo

Artista: Giuseppe
Stampone (incontro con artista alle 19). Workshop Art Thinking dalle 10 alle
12. Art Walking: partenza dall’Hotel del Campo il 24 febbraio alle ore 10.

 

16 Marzo 2019 dalle 11
alle 21 – Sextantio Le Grotte della Civita

Artista: Georgina Starr
(incontro con l’artista alle 19)

 

20 Aprile 2019 dalle 11
alle 21 – Casa Diva –

Artista: Salvatore
Arancio (incontro con l’artista alle 12, alle ore 19 performance su Murgia
Timone)

 

Saranno inoltre
visitabili gli interventi di Alfredo Pirri (Corte San Pietro), Dario Carmentano
(Le Dimore dell’Idris), Filippo Riniolo (Locanda di S. Martino).

 

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap