Un
Premio Siris nel segno del nuovo. Sono almeno quattro gli elementi di novità
che caratterizzeranno quest’anno la XVI edizione dell’evento di promozione
della cultura lucana, come annuncia il Direttore Artistico del Premio Pasquale
Chiurazzi. L’appuntamento è per le 20.30 del 16 dicembre presso l’Oratorio
parrocchiale di Nova Siri Scalo.
 

Il
primo e più importante elemento di novità riguarda l’origine del vincitore. Per
la prima volta, infatti, il prestigioso premio sarà assegnato a una personalità
di Nova Siri. Si tratta di Nicola Lerra, giovane compositore di fama
internazionale. Dal primo anno di fondazione del Premio, il 1998, il
riconoscimento era stato assegnato a grandi uomini della Basilicata (il
professor Giovanni Caserta, Antonio Infantino, Raffaele Nigro, Antonio Preziosi
e Gaetano Cappelli). Mai, però, era toccata a un novasirese. Gli straordinari
successi del compositore Lerra hanno però ribaltato la tendenza.

Non
è questo, come detto, il solo evento di novità. Il secondo riguarda proprio la
natura del premio. Per la prima volta, a partire dal 1998, non sarà assegnata
una produzione artistica del Maestro Giulio Orioli. Quest’anno, invece, sarà la
volta di Aldo Gizzi e della sua “Maschera di Nova Siri”.

Dietro
c’è un interessante studio che richiama le radici locali. Si tratta, infatti,
della riproduzione di una Antefissa della Gorgone ritrovata sul Tempio Arcaico
di Siris e ora conservata presso il Museo della Siritide di Policoro. Quale
modo migliore per richiamare il nome del premio?

Tra
le novità anche la collaborazione organizzativa dell’evento, che vede
l’Associazione Sud Gigi Giannotti, storica promotrice dell’evento, affiancata
per la prima volta dalla Pro Loco di Nova Siri.

Un’ultima
importante novità riguarda un altro significativo riconoscimento che sarà
conferito nel corso della serata a ben 60 operatori del commercio e
dell’artigianato di Nova Siri: quelli che hanno avuto attività sul territorio
di durata almeno trentennale. Il Siris, così, diventa anche il luogo di un
riconoscimento orgoglioso della storia della comunità.

Il premio, come è noto, si
conferisce a personalità che “fermentano la vita culturale e civile della
Basilicata e che […] abbiano portato la lucanità fuori dai confini regionali e
nazionali”. E’ proprio il caso di Lerra, che il nome della Basilicata lo ha
portato addirittura negli Stati Uniti. Di recente è stato infatti premiato
dall’ Akademia Music Awards di Los Angeles per l’album del film “ In The name
of a God “ , nel 2016 ha ricevuto un Hollywood Music Award per la colonna
sonora “Believe”, tre Global Music Awards, un Los Angeles Cinefest awards, un
Los Angeles Short awards, un Hollywood Boulevard Awards ed un Chandler
International Film Awards, per la miglior colonna sonora dei film “My
Grandfather was a Cherry Tree” e “ In The Name of a God”.  Le opere che gli hanno conferito
notorietà sono “The New Era”, colonna sonora composta e dedicata al Final
Trailer del celebre film targato Marvel “The Amazing Spider-man 2”,  e quella composta per il cortometraggio di
animazione “My grandfather was a cherry tree”, altro grande successo internazionale.
Questa è stata la punta dell’iceberg, ma la pur breve carriera è già lastricata
di altri grandi riconoscimenti e collaborazioni.  Il Premio Siris è patrocinato
dalla Regione Basilicata, dal Comune di Nova Siri e dall’Unpli Basilicata.

L’ALBO DEGLI STORICI VINCITORI
DEL PREMIO

1998 GIOVANNI CASERTA;

1999 ULDERICO PESCE;

2000 LUIGI GUERRICCHIO;

2001 ANTONIO INFANTINO;

2002  RAFFAELE NIGRO;

2003 TRIO LA RICOTTA;

2004 ANTONIO LABATE;

2005 NICOLA MARIA PACE;

2006 VITO MARIA ACCARDO;

2008 FEDERICO VALICENTI;

2009 FRANCO SELVAGGI;

2010 ANTONIO PREZIOSI;

2011 GAETANO CAPPELLI;

2013 KRIKKA REGGAE;

2015 FONDAZIONE MATERA/BASILICATA 2019

2017: NICOLA LERRA

 

Pubblicità
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *