martedì, 28 Maggio 2024

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Confsal, Failp Cisal e Ugl nelle persone dei segretari regionali Giuseppe Delle Cave, Vincenzo Suriano e Giuseppe Digiuseppe a seguito del confronto con Poste Italiane S.p.A lo scorso 12 gennaio su alcune problematiche.

Nel dettaglio:

  • Carenza di Personale (Conseguenza dei continui esodi senza turnover e senza sanare i tanti Part time che ormai da troppo tempo attendono di passare ad un contratto Full time);
  • Mancato rispetto degli accordi sulla fruizione delle ferie;
  • Formazione e-learning pressante, senza tener conto delle difficoltà quotidiane;
  • Continue Teams persino in orari critici;
  • Scelte aziendali in controtendenza rispetto all’emergenza COVID con il superamento degli stalli, riportando l’accesso agli uffici come ai periodi pre COVID;
  • Mancata attuazione della mobilità provinciale e regionale;
  • Non corretta gestione delle consuntivazioni e pagamento delle trasferte;
  • Non corretta gestione delle sostituzioni dei DUP;
  • Obbligo di protrazione orari di servizio per ritardo del Portavalori con conseguente maggiori rischi per resta da solo in ufficio;
  • Carenze in materia di Igiene e Sicurezza;

“Nessun tipo di risposta – sottolineano i sindacati – è stata data dall’Azienda completamente assente e insensibile alle summenzionate problematiche.

Tutta questa situazione, aggravata dalla pandemia, sottopone i Lavoratori a turni di lavoro estenuanti. Al tempo stesso costringe la Clientela a file interminabili, anche all’esterno dell’ufficio lasciandoli per ore alle intemperie.   Cosa che crea non pochi malumori tra di essi, malumori che vengono scaricati sull’esiguo personale presente allo sportello e sul DUP.

Questa situazione non riguarda più il solo mondo del lavoro, ma impatta in maniera pesante sul sociale e per questo chiederemo il coinvolgimento delle istituzioni sia comunali che regionali.

Al tempo stesso auspichiamo una presa d’atto da parte dei vertici Aziendali confidando in un serio ed immediato impegno nel risolvere le problematiche evidenziate, eventualmente anche con ulteriore incontro se ritenuto necessario riservandoci di attivare ogni azione utile per il ripristino della legalità”.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap