venerdì, 31 Maggio 2024

Ancora una volta la città di Potenza ospiterà il Campione del Mondo di Muay Thai Itthipol “Khieo” Akkarsrivorn.

Ormai è un appunto consueto, per gli atleti lucani, quello con Itthipol, per cercare di apprendere il più possibile da una vera leggenda umana. Oltre 180 i match disputati professionista, ben 5 i titoli mondiali, un titolo intercontinentale ed un 3 terzo posto nel ranking del prestigioso palcoscenico mondiale della Muay Thai, il Lumpinee Stadium di Bankok. 

Questa settimana, il maestro Itthipol, su invito del dt Massimiliano Monaco, allenerà tutti i giorni gli allievi grandi e piccoli dell’Accademia delle Arti Marziali e Sport da Combattimento e insegnerà loro la muay thai, come già avvenuto lo scorso inverno.

La muay Thai o Boxe Thailandese è lo sport nazionale e arte marziale tradizionale della Thailandia. Si è sviluppata centinaia di anni fa come stile di combattimento che utilizza il corpo intero come arma, viene infatti chiamata anche “l’arte degli otto arti”: usando otto punti di contatto il corpo imita vari strumenti di guerra. Le mani diventano spada e daga, stinchi e avambracci vengono rafforzati durante l’allenamento per fungere come armatura, i gomiti abbattono avversari come una mazza o martello e le gambe e ginocchia diventano ascia e bastone. Il corpo opera in sintonia. Le ginocchia e gomiti esaminano costantemente il nemico per l’opportunità di colpire mentre lo tengono afferrato e cercano di metterlo a terra per il colpo finale.

Oggi la Muay Thai sta diventando molto popolare sulla scena globale. Praticanti di arti marziali dappertutto sono d’accordo sul fatto che la Muay Thai è essenziale per diventare un combattente completo e versatile. La popolarità della Muay Thai continua ad espandersi con nuove palestre e campi aperti in tutto il mondo, tra cui quello Potentino dell’Accademia delle Arti Marziali e Sport da Combattimento di Potenza.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap