mercoledì, 24 Luglio 2024

Il giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Matera, Angela Rosa Nettis, ha disposto ieri la remissione in libertà di Giuseppe Simmarano, di 47 anni, di Montescaglioso (Matera), arrestato con l’accusa di complicità nell’omicidio di Luigi D’Aria, di 42, avvenuto il 17 giugno scorso nelle campagne di Montescaglioso.
Lo ha comunicato a Matera il difensore di Simmarano, l’avvocato Carmelo Panico. Il provvedimento – ha riferito il legale – è stato motivato con la «insussistenza di elementi probatori a carico del prevenuto». Simmarano era stato arrestato dai Carabinieri insieme a Gian Marco Mossuto, di 27 anni, di Montescaglioso, attualmente in carcere, nell’ambito delle indagini sul delitto. Alla base dell’omicidio ci sarebbero stati futili motivi, legati alla continua presenza della vittima in un’abitazione rurale di proprietà di uno degli indagati. Il cadavere di D’Aria, raggiunto da alcune coltellate, era stato rinvenuto da un pensionato in un terreno di sua proprietà. 
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap