mercoledì, 24 Luglio 2024

Nella giornata di ieri il Prefetto di Matera, dott. Sante Copponi, ha tenuto una riunione per l’esame delle problematiche riguardanti l’organizzazione del Sistema di Protezione Civile per l’attivazione delle misure di previsione, prevenzione e lotta antincendi boschivi e interfaccia (incendi che interessano i centri abitati) per la Stagione 2022.

Alla riunione sono intervenuti l’Ing. Filiberto Russo, Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, e il Ten. Col. Giovanni Adinolfi, Comandante Gruppo Carabinieri Forestale di Matera ed in videoconferenza:

  • per la Regione Basilicata – Ufficio Protezione Civile, l’Ing. Guido Loperte;
  • per la Regione Basilicata – Ufficio Foreste e Tutela del Territorio, dott.ssa Francesca Antonucci;
  • per il Raggruppamento Carabinieri per la Biodiversità di Potenza, il Ten. Col. Antonia Lombardi;
  • per il Raggruppamento Carabinieri per la Biodiversità di Martina Franca, il Ten. Col. Giovanni Notarnicola;
  • per il Consorzio di Bonifica di Basilicata, l’arch. Carmine Propati;
  • i Sindaci dei Comuni della Provincia.

Dopo l’introduzione del Prefetto di Matera, che ha illustrato i punti salienti che caratterizzano le attività di previsione, prevenzione e lotta antincendio da attuare in ambito regionale, per consentire una risposta efficace in materia di lotta AIB sul territorio della provincia di Matera, sono intervenuti il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco e il Comandante dei Carabinieri Forestali che hanno evidenziato le diverse problematiche che è necessario affrontare sulla base dell’esperienza maturata nei decorsi anni.

Al riguardo, è stata rappresentata la necessità di anticipare al 1° giugno il periodo di grave pericolosità d’incendio con l’avvio di tutte le attività conseguenti; la sottoscrizione del Protocollo d’Intesa tra la Regione Basilicata e il Comando Regionale dei Vigili del Fuoco, con l’individuazione di altre squadre d’intervento dei Vigili del Fuoco e DOS (Direttore Operazione di Spegnimento) dislocate sul territorio per conseguire una diminuzione dei tempi d’intervento; la esigenza di una rapida verifica delle segnalazioni d’incendio pervenute alla SOUP (Sala Operativa Unificata Permanente) con l’individuazione precisa delle coordinate; l’adozione di ordinanze sindacali con l’indicazione delle prescrizioni da osservare e le conseguenti sanzioni in caso di inosservanza (vedi bruciatura di stoppie).

E’ stato, inoltre, posto l’accento sulla necessità di svolgere una attività di prevenzione nelle aree di particolare rischio (vedi aree joniche) attraverso una vigilanza attiva e una manutenzione delle vie tagliafuoco.

I rappresentanti della Regione Basilicata intervenuti hanno illustrato il modello operativo d’intervento che assegna un ruolo di coordinamento operativo alla SOUP della Regione, a cui potranno essere dirette le segnalazioni d’incendio attraverso il numero verde (800073665); la possibilità di avvalersi di operatori forestali (adeguatamente formati) anche per le attività di spegnimento, in caso di particolari tipologie d’incendio.

 Con riferimento alle attività di previsione e prevenzione si è fatto cenno alla redazione della mappa di suscettibilità con la indicazione degli indici di rischio ed alle attività di vigilanza attuate a cura dei volontari attraverso anche l’impiego di mezzi aerei ultraleggeri.

A conclusione dell’incontro il Prefetto, nell’ esprimere soddisfazione per un modello operativo d’intervento avanzato che prevede il concorso alle attività di prevenzione e lotta antincendio anche gli operatori forestali e volontari adeguatamente formati, fa presente che si rimane in attesa di conoscere le determinazioni della Regione Basilicata riguardanti la stipula del protocollo d’intesa con i Vigili del Fuoco per l’implementazione del numero di squadre dei Vigili del Fuoco operanti sul territorio provinciale, l’anticipo al 1° giugno del periodo di grave pericolosità d’incendio e una maggiore operatività della SOUP Regionale almeno durante il periodo di maggior rischio incendi, per rafforzare il sistema di lotta antincendio operante nella Provincia di Matera in modo da intervenire con la necessaria rapidità ed efficacia.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap