martedì, 16 Luglio 2024

Minacce a lei e ai suoi figli. Minacce alla fotografa potentina Claudia Marone per la sua encomiabile campagna “Io ciuccio dove mi pare” – a Matera nella chiesa del Carmine è in corso l’omonima mostra – per promuovere l’allattamento al seno. Assurdo ma, purtroppo, terribilmente vero: un gesto d’amore tra i più dolci e intensi tra mamma e bambino è finito nel mirino dell’ennesimo mitomane.
“Smettila con tutta questa storia del ciuccio dove mi pare perché stai infastidendo non poco visto che sicuramente il tuo unico scopo è acquisire qualche nuova cliente rompendo le scatole a chi paga regolarmente le tasse anche al di fuori della tua città”, riportava un biglietto anonimo rinvenuto nella cassetta della posta.
La fotografa ha immediatamente sporto denuncia.
Quanto le è accaduto è un episodio spiacevole che stride con il candore è la tenerezza delle sue foto: mamme che allattano ovunque per abbattere i pregiudizi e sensibilizzare sull’importanza del latte materno.

Rossella Montemurro
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap