Per la quarta tappa di
avvicinamento al 2019, la Fondazione Matera Basilicata 2019 organizza una seria
di iniziative fra il 19 e il 23 aprile dedicate al tema della lettura fra
Tricarico, Matera e altri comuni lucani dal titolo “Lettura in scena”, che
vedranno protagonisti tre maestri con cui rileggere il mondo contemporaneo e
provare a immaginare il futuro partendo dalle nostre radici.  
Si comincia a Tricarico
il 19 aprile in collaborazione con la Pro Loco e con il patrocinio del Comune,
con una speciale festa di compleanno dedicata a Rocco Scotellaro in occasione
del 95° anniversario dalla sua nascita, con cui si avvia il conto alla rovescia
verso la ricorrenza del Centenario.
Nella mattinata, sempre a
Tricarico si concluderà la realizzazione di un grande murale dedicato al poeta,
scrittore e politico lucano, alfiere del mondo contadino, per lasciare nella
sua comunità un ricordo visibile a tutti. L’opera di street art, la cui
creazione comincerà dal 17 aprile in Viale Regina Margherita 64, sarà curata
dai writers Collettivo FX e Nicozazo.
Nel pomeriggio, a partire
dalle 15:30 nel piazzale Cav. Salomone, gli studenti delle scuole di Tricarico
(I.I.S. “Carlo Levi”, Istituto comprensivo, Liceo delle Scienze umane “Gesù
Eucaristico”) saranno protagonisti di un laboratorio creativo curato dall’associazione
Planar. Armati di tempere e gessetti, i ragazzi potranno dare libero sfogo alla
loro creatività, illustrando e scrivendo a terra le suggestioni tratte dalle
poesie e dai racconti di Rocco Scotellaro. In contemporanea il maestro Antonio
La Cava con il suo Bibliomotocarro, coinvolgerà i bambini e tutti gli amanti
dei libri in un laboratorio di lettura sui testi dello scrittore lucano.
Alle ore 19:00, nella
sala consiliare del Comune di Tricarico la Fondazione Matera Basilicata 2019 in
collaborazione con l’Anci incontrerà i sindaci della Basilicata per lanciare,
proprio da un centro della provincia, il progetto “Cadmos, capitale per un
giorno” che nel 2019 vedrà tutti i comuni lucani diventare capitale europea
della cultura almeno per un giorno.
In serata, alle ore 21:00
presso Piazzale Santa Croce, andrà in scena lo spettacolo teatrale “I fuochi di
San Pancrazio”, regia di Francesco Siggillino, liberamente ispirato al soggetto
cinematografico inserito nella raccolta di inediti “Giovani soli” di Scotellaro,
scritto con la supervisione di Carlo Levi. Protagonista sono la vita e le
vicende di un pirotecnico di Tricarico e della sua famiglia attraverso gli alti
e i bassi della sua fortuna: dalle disgrazie, le difficoltà, i modesti successi
iniziali alla fama raggiunta in una cerchia sempre più larga di paesi, fino
alle sventure che lo obbligano a ricominciare continuamente da capo e al
coraggio col quale affronta tutto e continua la sua vita. Una lettura
coinvolgente in cui parole, corpi e musica si propongono di creare negli occhi
dello spettatore quel film, quelle suggestioni, quel trasporto e quella magia
che traspaiono leggendo il testo di Scotellaro, che mai il suo autore riuscì a
realizzare a causa della sua prematura scomparsa. Nel cast, insieme al narratore
Francesco Siggillino, ci saranno anche Guido Gioioso (elettronica e sound
design), Biagio Labbate (Fisarmonica, chitarra), Dario Firuzabadì
(percussioni), Martina Barbarito (Voce), Francesca Laino (Danzatrice),
Alessandra Spaltro (Acrobata, Trampoli), Antonella Petrazzuolo (Acrobata),
Roberto Furone (sputa fuoco).
La serata tricaricese
verrà chiusa da uno spettacolo pirotecnico, in omaggio al protagonista delle
pièce teatrale ispirato alla figura del Cav. Pancrazio Salomone, il più famoso
costruttore di fuochi d’artificio di Lucania, che nel suo paese d’origine ha
lasciato in eredità ai suoi nipoti questa spettacolare forma d’arte.
Il secondo maestro
protagonista di “Lettura in scena” sarà Antonio La Cava con il suo
Bibliomotocarro, la biblioteca su tre ruote che porta i libri in giro tra le
comunità.  Venerdì 20 aprile il maestro sarà a Grassano dalle 16:30 alle
18:30 mentre sabato 21, sempre negli stessi orari, sarà a Calciano per
incontrare i cittadini e condividere con loro momenti di lettura. Domenica 22
aprile il Bibliomotocarro farà tappa a Matera, dove per tutta la giornata
realizzerà delle azioni insieme a Chiara Trevisan, la“lettrice vis-à-vis” che
porta in scena una performance di micro-letture e conversazioni itineranti.
Tale attività rientra fra le iniziative ideate dalla comunità a partire da una
proposta avanzata sulla piattaforma della Community Matera 2019, e accolta
molto positivamente dalla Fondazione Matera Basilicata 2019, di allargare la
partecipazione dei cittadini all’organizzazione degli appuntamenti mensili
verso il 2019. In programma ci sono anche il bookcrossing dell’Associazione
Allopera con i “librovisori”, vecchi televisori trasformati in librerie, per
incentivare la lettura e lo scambio di libri usati, e la lettura di favole da
parte dei bambini ai nonni della casa di riposo “Brancaccio”.  
Il 23 aprile, Giornata
mondiale del libro e del diritto d’autore,  il Museo Archeologico “Ridola”
ospiterà alle ore 19:00 l’incontro dal titolo “Piccoli maestri” con la
scrittrice e docente napoletana Antonella Cilento, segnalata dal Premio Calvino
1997 per il romanzo inedito “Ora d’aria” e vincitrice del Premio Tondelli con
la sua tesi di laurea, che racconterà al pubblico i suoi autori preferiti
nell’ambito della mostra “Trecento’19 – Duemila’19, 319 copertine d’autore
della «Lettura» per Matera capitale europea della cultura 2019” . La mostra,
coprodotta da Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Matera-Basilicata 2019
e Polo museale della Basilicata, è stata prorogata fino al 20 maggio per
consentire ai numerosi visitatori in arrivo a Matera durante i ponti di
primavera, di poter ammirare le prime 319 copertine del supplemento culturale
del «Corriere della Sera», pubblicate dal 13 novembre 2011 al 7 gennaio 2018.
Pubblicità
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *