sabato, 15 Giugno 2024

“E’ tutto pronto per il 19 gennaio secondo alcune relazioni, ma purtroppo dobbiamo fare i conti con ritardi e progetti non ancora realizzati”: lo ha detto stamani, a Matera – città che dal 19 gennaio sarà Capitale europea della cultura – il ministro per il Sud, Barbara Lezzi, rispondendo alle domande dei giornalisti. 
Al suo arrivo in città, Lezzi ha visitato il cantiere di un deposito delle Ferrovie appulo-lucane dove sarà realizzato anche un parcheggio per auto e bus riservato ai visitatori attesi a Matera.
«Era in programma – ha aggiunto il ministro – una conferenza di servizi che è stata rinviata a metà febbraio. Chiederò al Comune se è possibile anticiparla». Rispondendo ad un’altra domanda, Lezzi ha detto che le opere che è «maggiormente dispiaciuta» di non vedere ancora realizzate sono piazza della Visitazione – area dove è in costruzione una nuova stazione delle Ferrovie appulo-lucane progettata dall’archistar Stefano Boeri – e la stazione di Ferrandina (Matera) delle Ferrovie dello Stato: «Mi dispiace che questa occasione non sia stata pienamente colta perché sono stati persi degli anni. Ma – ha aggiunto Lezzi – non voglio vivere di rimpianti e di rammarico. Questa deve essere una grande occasione per Matera per farsi conoscere, per mostrare tutta la sua bellezza. Lo sviluppo di Matera – ha concluso il ministro – non deve fermarsi al 2019 che deve essere un punto di inizio e stimolare il completamento di tutte le opere non completate, e iniziarne di nuove. Così come ha promesso il ministro Toninelli, e mi metto al suo fianco, perché Matera deve avere anche le Ferrovie dello Stato». (ANSA)
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap