giovedì, 13 Giugno 2024

Nella creazione del
programma culturale di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, ampia
attenzione è stata data alla relazione tra l’Arte e la Scienza con
l’individuazione di un tema specifico. Il tema Futuro Remoto rappresenta una
riflessione sul rapporto millenario con lo spazio e le stelle; un rapporto che,
ripercorrendo anche i passi di Pitagora, uno dei residenti più illustri della
Basilicata, esplora l’antica bellezza universale della Scienza. Si mettono a
confronto pratiche antichissime con modelli di vita fruibili, capaci di
influenzare le idee di cultura e di sviluppo dei prossimi decenni provando a
rispondere all’annosa domanda: C’è una schisi tra Arte e Scienza, una
separazione e una distanza tra le due? Le dimensioni principali del fitto rapporto
tra Arte e Scienza di cui ci occupiamo sono: l’Arte e la Scienza come prodotti
dell’evoluzione biologica e culturale; l’Arte e la Scienza come fonte reciproca
di ispirazione; l’Arte come canale significativo della comunicazione della
Scienza.

La Fondazione Matera
Basilicata 2019 e Doppiozero, la rivista culturale online diretta da Marco
Belpoliti, hanno creato, a sostegno dei progetti del programma culturale di
Matera 2019, una piccola collana di cinque e-book denominata Schisi, curata da
Agostino Riitano, project manager supervisor della Fondazione.

Gli ebook contengono
saggi di cinque autori che rivolgono la loro attenzione agli aspetti
interdisciplinari e si segnalano per la capacità di coniugare il rigore delle
loro argomentazioni e una particolare cura alla leggibilità dei testi.

Il primo volume è di
Mario Porro e si intitola “Margini della scienza”. Il libro si può scaricare
gratuitamente collegandosi a questo link: https://www.doppiozero.com/libro/i-margini-della-scienza.

“La collana – spiega
Riitano –   nasce dalla convinzione che sia possibile tracciare una
rotta tra le scienze umane e le cosiddette scienze esatte, quel passaggio a
Nord-Ovest che, come ci ricorda il filosofo ed epistemologo Michel Serres,
cercavano gli esploratori un secolo e mezzo fa tra i diversi continenti in
luoghi estremi. La collaborazione con Doppiozero ci accompagnerà con una
pubblicazione al mese fino a settembre, quando si presenteranno al pubblico due
progetti del programma culturale nei quali arte e scienza si fondono in maniera
emblematica, Onda e Quantum Danza, per i quali stiamo collaborando con le
principali istituzioni scientifiche italiane ed europee come ASI/Centro di
geodesia spaziale di Matera, Trieste 2020 Città Europea della Scienza e CNR.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap