È tempestiva la risposta
della Polizia di Stato alle richieste dei cittadini. È stato ribadito oggi a
Matera nel corso di una conferenza stampa in questura per presentare due
attività che hanno visto coinvolte la Squadra Mobile e le Volanti: uno scippo,
lo scorso 12 febbraio, ai danni di una 75enne e il furto in un appartamento in
via Collodi, entrambi risolti nel giro di poche ore.

In particolare, per lo
scippo è stata coinvolta la terza sezione della Mobile coordinata dall’ispettore
Luigi Martino, quel giorno in servizio su un’auto civetta. Un lavoro frenetico
che, in sole 24 ore, ha portato al recupero della borsa della signora scippata
in piazza Mulino. Una trentenne tossicodipendente della provincia ha reso piena
confessione e ha fatto ritrovare la borsa (dalla quale mancavano solo 20 euro)
nei pressi dei bagni pubblici di piazza Matteotti. La ragazza è stata
denunciata a piede libero e gli agenti l’hanno convinta a intraprendere un
percorso terapeutico.

“Non una professionista
dello scippo, quindi, per un fenomeno che, altrimenti, avrebbe fatto scattare l’allarme
sociale.” – ha sottolineato il vicequestore Luisa Fasano – Risolvere il caso in
neanche 24 ore significa dare sicurezza”.

Più complessi gli
interventi in flagranza durante i furti in appartamento che, tuttavia, come ha
affermato il dirigente della Mobile Fulvio Manco, sono in calo del 50 % nei
primi due mesi dell’anno rispetto agli ultimi due del 2017.

Giovedì scorso, in via
Collodi, una signora appena rientrata a casa si è resa conto che alcune stanze
erano state messe a soqquadro. Ha poi sentito che la porta d’ingresso si stava riaprendo,
probabilmente i ladri erano tornati per prendere la cassaforte. Immediatamente,
la donna ha contattato il 113 – dalla sala operativa gli interventi sono stati
seguiti dall’ispettore Giovanni D’Ambrosio – e il marito ed è riuscita a
memorizzare il numero di targa di una Jaguar. La Polizia è così risalita all’intestatario
dell’auto, un georgiano quarantenne con precedenti residente a Cassano delle
Murge. È iniziato un inseguimento da Matera a Cassano che si è concluso con il
sequestro della refurtiva proveniente da altre attività: diversi monili e alcune centinaia di
dollari rubati da altre abitazioni.

Quanto rubato a casa
della signora, che il georgiano aveva ancora addosso all’arrivo dei poliziotti,
è stato restituito mentre gli altri oggetti rinvenuti nell’appartamento
georgiano saranno a breve disponibili sul sito della Polizia di Stato per
essere riconosciuti dai legittimi proprietari. Su disposizione del Pm Colella,
il georgiano è stato arrestato.

“Videocamere pubbliche,
videocamere private, Volanti e Squadra Mobile contribuiscono alla sicurezza.
Noi ci siamo sempre. – hanno concluso dalla Questura – Abbiamo bisogno di
segnalazioni, la prima cosa da fare è una chiamata al 113”.

Rossella Montemurro
Pubblicità
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *