giovedì, 29 Febbraio 2024

“Ritratti di Matrimoni”, una mostra inedita a Matera

 Dal 12 al 16 marzo, nelle scuderie di Palazzo Malvinni Malvezzi sarà ancora una volta protagonista la fotografia di matrimonio d’autore. In occasione della Convention annuale di ANFM, unica Associazione italiana di fotografi matrimonialisti, Maurizio Beucci,...

Disco
verde da parte del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca per il
Conservatorio Egidio Romualdo Duni di Matera per i Bienni di Specializzazione
(Diplomi Accademici di Secondo Livello), dopo ben 14 anni di sperimentazione.
Hanno contribuito al prestigioso traguardo, con un lavoro di squadra, per tutto
l’anno accademico 2017/18 tutti i referenti dei dipartimenti e il referente dei
livelli accademici Prof. Gian Vito Tannoia. I bienni sono rivolti a chi voglia
ottenere un titolo di diploma accademico (laurea magistrale) in ambito
musicale; gli sbocchi lavorativi possono andare dall’attività concertistica a
quella orchestrale, corale e da camera, dalla didattica di base a quella
avanzata dei Licei Musicali, dal lavoro in sala di incisione alla composizione
di opere destinate alle più diverse fruizioni (colonne sonore, jingles
pubblicitari), agli ensemble Jazz e Big Band.
Violino,
Viola, Violoncello, Contrabbasso, Arpa, Chitarra, Flauto, Oboe, Clarinetto,
Fagotto, Corno, Tromba, Trombone, Tuba, Percussioni, Pianoforte,
Accompagnamento Pianistico, Sax, Composizione, Canto, Musica da Camera,
Direzione d’Orchestra, Direzione di Coro, Musica Elettronica, Musica Applicata
alle Immagini, Fisarmonica, Canto Jazz, Batteria Jazz, Basso Elettrico,
Chitarra Jazz, Pianoforte Jazz, Batteria e Percussioni Jazz sono le discipline
autorizzate ad Ordinamento dal Miur dall’Anno Accademico 2018-2019. Attivata
dallo scorso anno accademico anche la possibilità di conseguire i 24 crediti
formativi necessari per accedere ai concorsi per l’insegnamento nelle Scuole
Statali.
Grazie
a una fitta rete di relazioni internazionali, molti studenti del Conservatorio
materano studiano all’estero nell’ambito del programma Erasmus. Ricordiamo che
in Conservatorio non ci si occupa solo dei “massimi sistemi”: sono attivi da
sempre anche i corsi propedeutici, dedicati ai più giovani, grazie ai quali si
possono imparare dalle prime note strumenti sia classici che jazz.
A
favore degli iscritti, oltre alle normali lezioni, laboratori e Masterclass che
stanno portando a Matera concertisti di altissima caratura internazionale,
dando rilievo a tante dimensioni differenti dell’attività musicale.
La prestigiosa Istituzione musicale materana, nell’approssimarsi del grande
evento della Città Capitale Europea della Cultura nel 2019, può vantare ad oggi
più di 900 alunni iscritti e per l’anno accademico 2018/19 ci sono state 310
domande di ammissione, conseguendo un risultato storico del Conservatorio, che
ad oggi può vantare presenze musicali nei più importanti auditorium e teatri
nel mondo: New York Carnegie Hall, Berlino Philarmonie, Gerusalemme nel
Giardino dei Jatzemani, Amburgo Auditorium Lahazalle, Praga, Vienna, Bruxelles,
Ginevra nella sede dell’Onu, Valencia ed in importanti città Italiane. Da più
di 4 anni partecipa alle manifestazioni di Materadio in diretta radiofonica per
Radio 3, non ultima il 21 settembre scorso l’orchestra Sinfonica ha
accompagnato, nel suo ultimo progetto musicale Alchemaya, il cantante Max Gazzè
ottenendo un tributo dai circa 4.000 spettatori presenti al concerto nel Parco
del Castello. Nell’anno della Capitale Europea della Cultura sono in programma
produzioni sinfoniche e concertistiche eseguiti da allievi e docenti del
Conservatorio materano, anche in collaborazione con la Fondazione
Matera-Basilicata 2019, che prevedono importanti performance insieme alla
seconda stagione della Chamber Music e la conclusione del Progetto dedicato al
musicista materano del ‘700 Egidio Romualdo Duni con la digitalizzazione ed
esecuzione delle sue più importanti opere, progetto riconosciuto sia dal Miur
che dalla Regione Basilicata Dipartimento Turismo e Cultura. L’Orchestra
sinfonica ha già in calendario concerti il prossimo 5 maggio 2019 nella storica
sala del Mozateum di Salisburgo e nel mese successivo, 7 giugno, ad Astana in
Kazakhstan dove eseguirà musiche dedicate a compositori lucani!
“Il
Conservatorio Egidio Romualdo Duni di Matera, – dichiara il Presidente
dell’Istituzione materana Dott. Achille Spada – è diventato una delle realtà
più importanti del meridione in Italia e riconosciuta a livello nazionale ed
internazionale. L’approvazione dei bienni ordinamentali da parte del Miur sono
la conferma dell’importante lavoro di squadra dei dipartimenti e di tutti i 100
docenti dell’Istituzione di Alta Formazione Musicale della città Capitale
Europea della Cultura ben coordinati dal Direttore, il Maestro Saverio
Vizziello, affiancati da tutta l’amministrazione con il suo direttore
Amministrativo Dott. Costatino De Finis.
Importante iniziativa del Conservatorio sarà anche quella della dislocazione di
alcune discipline musicali a Policoro, in collaborazione con l’Amministrazione
Comunale, per dare la possibilità a tutti gli aspiranti allievi musicisti delle
terre ioniche di poter studiare musica senza affrontare lunghi viaggi per
raggiungere Matera. Il Conservatorio materano da anni ha anche una sua unicità
formativa, con progetti speciali, per ragazzi down, autistici e dislessici a
loro si affiancherà a breve, grazie ad un protocollo di intesa con l’Unione
Ciechi, la possibilità di insegnare musica anche ai non vedenti.
Continua, inoltre, l’attività di diffusione musicale, non solo nei normali e
tradizionali spazi da concerto, ma, anche in quelle a favore dei meno
fortunati, che non le possono frequentare, come i concerti nella Casa dei
Giovani, Centro Rocco Mazzarone e prossimante anche nelle fabbriche a favore
dei loro lavoratori.
Il recente riconoscimento da parte del Presidente della Repubblica Sergio
Mattarella, che ha insignito in questi giorni, il Dott. Costantino De Finis e
il Maestro Saverio Vizziello rispettivamente Cavaliere al Merito della
Repubblica ed Ufficiale al Merito della Repubblica sono la conferma
dell’importante lavoro svolto da tutta l’Istituzione a favore della Formazione
Musicale e della crescita culturale del nostro territorio”.
Alla
Presenza del Prefetto, dott.ssa Antonella Bellomo e delle autorità, lunedì
29  Ottobre 2018 alle ore 20,
nell’Auditorium del Conservatorio Raffaele Gervasio, in occasione della consegna
delle onorificenze al Merito della Repubblica, si terrà un concerto eseguito
dall’Orchestra Sinfonica del Conservatorio, diretta dagli allievi della classe
di Direzione d’Orchestra. Saranno eseguite musiche di Rossini, Verdi, Puccini,
Bizet, Faurè. Ingresso libero




Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap