martedì, 23 Luglio 2024

Matera,  funerali dei Vigili del fuoco Nicola Lasalata e Giuseppe Martino. L’omelia di Mons. Caiazzo: “Amore non è più una bella parola, un gesto di benevolenza, ma un agire colmo di umanità: consumarsi pienamente fino alla morte”

Pubblichiamo l'omelia che mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, Arcivescovo della Diocesi di Matera-Irsina, ha pronunciato questa sera nel Palazzetto dello Sport, gremito, durante i funerali dei Vigili del fuoco Nicola Lasalata e Giuseppe Martino: Carissimi,...


L’abbandono di rifiuti di ogni genere da parte di ignoti è un fenomeno tristemente diffuso su tutto il territorio nazionale oltre che locale, abbandoni che suscitano il disappunto e la rabbia di cittadini e abitanti delle zone interessate. Questo fenomeno viene considerato nelle città a forte vocazione turistica come Matera, come un pessimo biglietto da visita da parte degli stessi turisti, oltre che dei residenti.

L’amministrazione comunale, e nello specifico la Polizia Locale, è costantemente impegnata nel contrasto all’abbandono di rifiuti su tutto il territorio materano, anche attraverso l’uso di telecamere e foto trappole, che naturalmente con le conseguenti sanzioni, legittimate dal nostro ordinamento, costituiscono nel loro insieme strumenti efficaci a disposizione delle pubbliche amministrazioni per arginare il fenomeno.

A Matera sono stati intensificati i controlli ed è stata acquistata una nuova foto trappola oltre a quelle già in dotazione dalla Polizia Locale, sei installazioni mobili che sfruttano tecnologie innovative di analisi video e intelligenza artificiale integrate con componenti hardware di alta qualità.

Da luglio 2021 ad oggi sono state effettuate a Matera, circa 100 sanzioni per abbandono di rifiuti ed errato conferimento, inoltre da agosto 2021 la sanzione prevista è stata portata da 100 a 500 euro, al massimo consentito, ai sensi dell’art 16 comma 2 della legge 689/81.

“Ringrazio il corpo della Polizia Locale e l’assessore al ramo Michelangelo Ferrara – sostiene il Sindaco Bennardi – nell’aver recepito e attuato col massimo vigore possibile i controlli, affinché fossero rispettate le regole, contro sostanzialmente incivili irresponsabili che non si rendono conto che i loro rifiuti possono attrarre anche i cinghiali e costituire un pericolo per la viabilità oltre che creare degrado e sporcizia. L’Amministrazione fa la sua parte ma devono farla anche i cittadini residenti e delle città vicine. Perché abbiamo constatato che a trasgredire sono anche residenti di altri comuni vicini, tutti sanzionati. Ringrazio quindi tutti quei cittadini che ogni giorno si impegnano con la raccolta differenziata per prendersi cura della città e mantenerla pulita, ma tolleranza zero con chi viola le regole che sono prima di tutto di convivenza civile.”

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap