Sarà l’attesa per “The
Resurrection” o l’eco di “The Passion” che, a distanza di 14 anni continua a suggestionare
il pubblico, in ogni caso la Pasquetta nella città dei Sassi è sulle tracce dei
set cinematografici.
Murgia Timone, nel Parco delle Chiese
rupestri, luogo del Golgota, e via Muro, dove furono girate le scene più
cruente del film di Mel Gibson si stanno rivelando i luoghi più frequentati dai
turisti che scattano selfie e foto in questo lunedì dell’Angelo. Del resto, Matera
è un set naturale di grandi produzioni sui temi biblici: dal “Vangelo
Secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini al recente “Ben Hur” diretto
da Timur Bekmambetov.

“The
Passion”, girato tra Cinecittà e i Sassi incassò circa 612 milioni di
dollari nel mondo a partire da un budget di 30. 370 milioni vennero incassati
in Nord America, il che fa de La passione il film R-Rated (vietato ai minori di
17 anni non accompagnati) di maggior successo della storia.

A fine gennaio, l’attore
Jim Caviezel in una dichiarazione rilasciata a USA Today ha confermato il
sequel del film: la storia sarebbe già pronta – firmata da Gibson e dallo
sceneggiatore Randall Wallace (Braveheart) – e ci sarebbe già una
programmazione delle riprese. 
Pubblicità
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *