lunedì, 15 Luglio 2024

«Sono ottimista su tutto quello che è portato avanti da Invitalia e sulle sollecitazioni fatte ad Anas e Fal, che hanno raggiunto gli obiettivi prefissati. Per quanto riguarda il Comune non mi resta altro che essere sempre fiduciosa e di continuare a mantenere il fiato sul collo». Sono le parole del ministro Barbara Lezzi al termine di un incontro in Prefettura, ieri nella Città dei Sassi, sullo stato dei lavori in vista di Matera Capitale europea della Cultura per il 2019.
Lezzi – nella Città dei Sassi per la terza volta negli ultimi tre mesi – ha inoltre annunciato che tornerà entro la fine di settembre a Matera dove si dovrebbe tenere anche la prossima riunione sul Cis (Contratto interistituzionale di sviluppo), in cui il Comune «riprenderà il progetto per piazza della Visitazione», al centro dello scontro delle scorse settimane tra Ministero e Comune e per il quale resta la messa in mora decisa dello stesso Ministero. «Ho pregato il Comune di fare presto e di avere il progetto finale. Ho ribadito – ha aggiunto il Ministro – la necessità e l’urgenza di portarla a compimento, senza che sia sempre oggetto di dinamiche politiche. E io mi auguro che, per il bene di Matera e dell’immagine di questa bellissima città, del Sud e dell’Italia si porti a compimento piazza della Visitazione».
Al termine della riunione – a cui, per motivi personali, non ha partecipato il sindaco Raffaello De Ruggieri – Lezzi ha reso noto che «per tutti gli altri progetti per i quali non c’era stata condivisione» tra il Comune e il Ministero, «ci siamo aggiornati da qui a qualche giorno nell’attesa che il Comune ci fornisca di nuove le schede di progettazione ed altro». Lezzi ha infine detto che «non esiste nessun caso Nastasi», riferendosi a Salvo Nastasi, indicato dal Governo Renzi come coordinatore per l’attuazione degli interventi per Matera 2019 e il cui contratto scadrà il 31 dicembre 2019.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap