lunedì, 15 Aprile 2024

Patto di amicizia tra Matera e Greccio (Ri) sulla tradizione presepiale

Matera è tra le città protagoniste oggi (13 aprile) alla “Festa delle città gemellate”, che si svolge nel comune rietino di Greccio dove è stato realizzato il presepe di San Francesco, il più antico d’Italia con i suoi 800 anni. Un’occasione preziosa per coinvolgere...

Riceviamo e pubblichiamo dal Dott. Emanuele Stamerra:

La Residenza socio-sanitaria per anziani (Rsa) “Villa Anna” di Matera, è ancora in attesa del contratto dall’Azienda sanitaria materana. La struttura opera dal 2019 in regime privato, è accreditata con il Servizio sanitario nazionale (Ssn) ed è in attesa del contratto da ormai molti mesi. La sede materana offre assistenza a 100 famiglie e 80 lavoratori, tutti del posto: ragazzi e ragazze che hanno deciso di rimanere nel proprio territorio, certi di poter contribuire con la loro forza lavoro allo sviluppo della Basilicata e che oggi vedono il loro sogno incerto. L’investimento per la realizzazione di questa Rsa è stato di circa 15 milioni di euro, grazie anche a un finanziamento regionale, oltre importanti risorse della società. Villa Anna si trova nel borgo San Francesco a Matera Sud, è vicina a servizi come negozi, centri commerciali e mezzi di trasporto pubblico. A circa 400 metri da ospedale “Madonna delle Grazie” e Azienda sanitaria materana. Per garantire i servizi di eccellenza, dal 2019 ad oggi la struttura ha continuamente subìto perdite e ha dovuto attivare continui finanziamenti attualmente non più sostenibili. Motivo per il quale urge la firma del contratto, per garantire la continuità del servizio assistenziale e la tutela occupazionale. Con la nota numero S4828 dell’Autorità garante della concorrenza del mercato (dalla stessa Villa Anna sollecitata), viene comunicato a Regione e Asm che tutti gli atti relativi all’accreditamento (quindi anche le contrattualizzazioni), devono “realizzarsi tramite modalità e tempistiche che favoriscano la più ampia partecipazione possibile delle diverse strutture sanitarie autorizzate, consentendo il pieno processo concorrenziale”.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap