martedì, 23 Luglio 2024

Matera,  funerali dei Vigili del fuoco Nicola Lasalata e Giuseppe Martino. L’omelia di Mons. Caiazzo: “Amore non è più una bella parola, un gesto di benevolenza, ma un agire colmo di umanità: consumarsi pienamente fino alla morte”

Pubblichiamo l'omelia che mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, Arcivescovo della Diocesi di Matera-Irsina, ha pronunciato questa sera nel Palazzetto dello Sport, gremito, durante i funerali dei Vigili del fuoco Nicola Lasalata e Giuseppe Martino: Carissimi,...

Continua
il successo della rassegna estiva Musei Fuori Orario. Spettacoli sotto le
stelle [luglio – settembre 2018], in corso a Matera, sulla Terrazza
di Palazzo Lanfranchi e nel Giardino Ridola, promossa dal Polo
Museale della Basilicata con la collaborazione del Comune di Matera e della Fondazione 
Matera – Basilicata 2019.
Partner
di questo progetto, giunto alla seconda edizione sono Teatri Uniti di
Basilicata, Iac – Centro Arti Integrate, Cinegia – Associazione di Cultura
Cinematografica, Ensemble Gabrieli – ICO Orchestra Magna Grecia, Onyx Jazz Club,
Associazione Energheia, Time Zones [l’intera programmazione è consultabile sul sito
istituzionale
http://musei.basilicata.beniculturali.it
e sulla pagina FB “dedicata” Musei Fuori Orario].
 
Mercoledì
1 agosto, alle ore 21.00, ingresso libero, nella Terrazza Lanfranchi potremo
assistere al concerto per piano solo di Rocco De Rosa.


Il pianista e compositore lucano [è nato a Oppido Licano]
  vive e lavora a Roma dal ’95. La sua attività
musicale si divide tra il lavoro di compositore in diversi ambiti artistici, in
particolare cinema [Moretti, Olmi, Reali. Miniero, Genovese, La Nubile, Astuti,

Ferrente, Consiglio, Avati], documentari, televisione, teatro e danza.
 
Come
pianista ha diretto per molti anni il gruppo multietnico Hata, un progetto nato
in seguito alla pubblicazione nel 1996 del cd Trasmigrazioni curato insieme a Daniele
Sepe e Paolo Fresu.
 
Molto intensa l’attività di sonorizzazione al
pianoforte di classici del film muto, da Chaplin a Shimitzu, in numerosi
festival [Creuza de Ma, Napoli Jazz festival] e spazi culturali quali
l‘Istituto di cultura giapponese e il Goethe Institut di Roma.
 
Parallelamente alla sua attività solistica
è stata molto intensa negli ultimi anni la collaborazione con il cantautore /
performer Canio Loguercio con il quale ha firmato il libro / cd “Amaro Ammore”
[2013].
 
Rotte Distratte è il disco della fine del
2002 che ha rappresentato un ritorno alle sonorità e alla musicalità più
strettamente legate alla cultura mediterranea attraverso un particolarissimo
incrocio tra minimalismo, jazz e musica popolare. Con Trammari [2006] Rocco De
Rosa prosegue nel suo percorso musicale che già in Rotte Distratte aveva subito
una profonda virata verso sonorità prevalentemente acustiche e il “ritorno” a
ritmi e a melodie che attingevano ad una sorta di “memoria sonora collettiva“,
arcaica e nello stesso tempo attuale, indissolubilmente legata al sud
dell’Italia, alla sua cultura e alle sue tradizioni. Sonoaria 
è uno degli ultimi lavori uscito nel2014.
 
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap