giovedì, 30 Maggio 2024

 
Rinascimento Fuori Orario
è la ricca rassegna di eventi con cui la Terrazza del Museo di Palazzo
Lanfranchi dà il benvenuto all’Estate 2019, nel segno della contaminazione di
generi culturali diversi con la grande mostra Rinascimento visto da Sud. Matera,
l’Italia meridionale e il Mediterraneo tra ‘400 e ‘500 [prorogata fino al 15
settembre]. La manifestazione, ricca di eventi [dal teatro alla musica, dal
cinema alla danza] è co-prodotta dal Polo Museale della Basilicata e dalla
Fondazione Matera – Basilicata 2019.
Partendo dal grande
successo che sta riscuotendo la grande mostra allestita a Palazzo Lanfranchi e
approfondendo gli elementi che hanno caratterizzato le rassegne estive 2017 e
2018, l’edizione di quest’anno vuole offrire alla Città di Matera, ai suoi
cittadini e agli “abitanti temporanei” che in questi mesi vivono a Matera, una programmazione
diversificata e allo stesso tempo armoniosa, che contribuisca a soddisfare una
nuova e più diffusa domanda culturale, un nuovo modo di condividere la vita del
Museo di Palazzo Lanfranchi.
Anche per questo il Museo
ha deciso di uscire fuori, in terrazza, aprendo nuovamente i suoi meravigliosi
spazi come già avvenuto in occasione di molte altre iniziative, tra le quali, le
più recenti organizzate per la Festa della Musica e la Notte Bianca dello Yoga.
Quella che viene proposta
oggi è un’anteprima della rassegna con i due primi importanti appuntamenti:
Giovedì
27 giugno, ore 21.00
.
ORIENTALISMI SONORI. Omaggio
a Edward Said.

Uno spettacolo di suoni,
immagini, letture, danza con la collaborazione dell’Associazione Cultura è
Libertà, Progetto Jussur. Jussur, nome del gruppo protagonista dello
spettacolo, in arabo vuol dire “ponti” a richiamare infatti il legame tra
oriente e occidente tramite un viaggio visivo e sonoro attraverso quattro
continenti, Africa, America, Asia ed Europa. Le fotografie di Fatima Abbadi
saranno lo sfondo delle musiche di Helmi M’hdhabi, ideatore del progetto,
eseguite da strumenti musicali di oriente e occidente. L’affascinante suono
ancestrale dell’oud sulle figure aeree dei fiati e del suono magico del
Kamanché (violino iraniano) insieme alla pulsione ritmica delle percussioni,
accompagnano l’elegante movimento corporeo della danzatrice Dalal Suleiman e la
profondità della sua voce nella lettura di testi di grandi autori arabi.

Al termine della serata
saranno raccolti, a offerta libera, fondi a favore del progetto Gaza. Musica
per bambini/e contro la distruzione per sostenere il lavoro del Conservatorio
di Musica Edward Said di Gaza e finanziare borse di studio per giovani
musicisti.

Venerdì
28 giugno, ore 21.30.
BLADE RUNNER -The Final
Cut- [USA 2007] di Ridley Scott, 118′
Il 2019 immaginato da
Philip K. Dick e visto con gli occhi di Ridley Scott nella versione Final Cut
voluta dal regista e rimasterizzata in alta definizione, in collaborazione con Cinergia,
Associazione di cultura cinematografica. Nella Los Angeles del futuro Deckard è
un cacciatore di replicanti o lavori in pelle come li chiama con disprezzo il
suo capo. Vorrebbe ritirarsi dal suo lavoro per la Blade Runner, ma gli
affidano un ultimo compito. Il simulacro dell’esistenza descritto dalle pagine
di Philip K. Dick ritrova vita nelle immagini girate nel capolavoro di Ridley
Scott.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap