giovedì, 29 Febbraio 2024

Ricoprirà il ruolo di comandante dell’Ufficio Logistico della Legione
Carabinieri Puglia il colonnello Roberto Fabiani che lascia l’incarico di
comandante provinciale dei carabinieri di Matera.
Al colonnello Fabiani
subentra il tenente colonnello Samuele Sighinolfi. Il neo comandante della Compagnia
di Matera è invece il capitano Giuseppe Giovanni Ianniello, in sostituzione del
maggiore Matteo Corciulo.

Il colonnello Fabiani in mattinata ha incontrato la stampa sottolineando
che “sono stati tre anni intensi, pazzeschi. Matera è un posto splendido. Sono
stato benissimo, la collettività materana mi fatto sentire a casa”.

“Grazie alla collaborazione di Prefettura, Questura, Guardia di Finanza
e Corpo Forestale abbiamo lavorato bene, senza problemi rispetto ad altre città
nelle quali, quando ci sono stati eventi particolari, si sono registrate
criticità”, ha detto il colonnello ricordando anche le ottime relazioni avute con
il personale, le istituzioni, le associazioni di categoria e le scuole dove
l’Arma non ha fatto mancare la sua presenza con incontri sulla legalità rivolti
agli studenti.

Fabiani ha inoltre affermato che da due anni a Matera i reati sono in
calo: “Un calo che nel biennio 2015-2016 è stato pari al 7,67% mentre negli
anni 2016-2017 la riduzione è stata dell’8.23%. Merito dell’impegno di tutti.
La sicurezza, infatti, non è un bene di chi porta l’uniforme ma riguarda
soprattutto i cittadini che devono collaborare e contribuire a tutelarla.
Tuttavia, alcuni eventi tendono a gettare cattiva luce”.

In ultimo, l’incendio di un’auto avvenuto a Scanzano la scorsa notte:
“Si è trattato di un atto doloso. Le indagini sono in corso e alcuni elementi sono
al vaglio dell’Autorità Giudiziaria”, ha affermato.

Nei primi sei mesi dell’anno in corso il Comando Provinciale dei
carabinieri ha effettuato 100 arresti mentre sono state 700 le persone
denunciate: “Il sogno di ogni carabiniere, però – ha aggiunto il colonnello –
non è quello di fare due milioni di arresti ma di avere le tabelle delle
statistiche a zero. Un’utopia ma, con la prevenzione e la repressione, si può
almeno tendere a questo risultato”.

Fabiani, classe ’62, è nato a Lipari.

Nel 1988 si è arruolato quale Allievo Ufficiale di
Complemento dell’Arma dei Carabinieri. Da ufficiale di complemento ha comandato
il 3° Plotone della “Compagnia Speciale”, con sede a Locri (RC).

Nel 1992 vince il 27° concorso per il transito in servizio permanente
degli Ufficiali di Complemento dell’Arma, ed il 18/09/1992 viene nominato
sottotenente in servizio permanente del Ruolo Normale dell’Arma dei
Carabinieri. Al termine del corso di formazione professionale viene inviato
nuovamente in Calabria, a ricoprire gli incarichi di Comandante del Nucleo
Operativo e Radiomobile della Compagnia di Scalea, e, una volta promosso
Capitano, di Comandante della Compagnia Carabinieri di Scalea.

Dal 1999 viene trasferito in Liguria, quale Comandante della Compagnia Carabinieri
di Sanremo (IM) e vi permane per due anni, partecipando anche al soccorso alle
popolazioni colpite dagli eventi alluvionali del 2000. Successivamente, chiede
di essere assegnato, nuovamente, ad una differente zona disagiata, in Sicilia,
e viene destinato al comando di una terza Compagnia Carabinieri, a Patti (ME).

Con il grado di Maggiore viene inviato al comando del Nucleo
Investigativo del Gruppo di Monza, ove permane per un periodo di sei anni, dal
2005 al 2011. In tale lasso di tempo conduce diverse attività
d’indagine in collaborazione con la Direzione Nazionale Antimafia.
Successivamente, viene trasferito presso la Stato Maggiore Difesa.

Con il grado di Tenente Colonnello, ha ricoperto
l’incarico di Vice Comandante del 5° Reggimento Carabinieri Emilia Romagna, a
Bologna, per circa due anni, sino al 24 agosto 2014.
Rossella Montemurro
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap