sabato, 25 Maggio 2024

Partecipazione,
tradizione e senso di responsabilità caratterizzeranno i festeggiamenti per la
629/a edizione della Festa della Bruna, protettrice di Matera (Capitale europea
della Cultura 2019). Lo ha reso noto il presidente dell’associazione “Maria
Santissima della Bruna”, Domenico Andrisani, nel corso della presentazione
del programma della festa del 2 luglio, nella Città dei Sassi il giorno più
lungo.
    Si comincerà all’alba con la processione detta dei pastori,
poi ci sarà quella di mezzogiorno con il trasferimento della statua della
Madonna al rione di Piccianello da dove, in serata, tornerà in centro diretta
in Duomo sul carro trionfale di cartapesta e scortata dai “cavalieri in
costume”. Il manufatto, che sarà distrutto come da tradizione in piazza
Vittorio Veneto, ha per tema “I discepoli di Emmaus: icona di un percorso
sinodale” ed è stato realizzato dagli artigiani materani Claudio e
Raffaele Pentasuglia. (testo ANSA, foto www.festadellabruna.it)
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap