mercoledì, 28 Febbraio 2024

“Ritratti di Matrimoni”, una mostra inedita a Matera

 Dal 12 al 16 marzo, nelle scuderie di Palazzo Malvinni Malvezzi sarà ancora una volta protagonista la fotografia di matrimonio d’autore. In occasione della Convention annuale di ANFM, unica Associazione italiana di fotografi matrimonialisti, Maurizio Beucci,...

Lo
scorso 27 giugno i Carabinieri della Compagnia di Matera, coadiuvati nella fase
esecutiva da quelli della Compagnia di Modugno, a termine di una consistente
attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Matera, in
esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, hanno tratto in
arresto un 56enne pregiudicato, proveniente dalla provincia di Bari, ritenuto
responsabile del reato di rapina.

In
particolare, il Tribunale di Matera, condividendo i risultati investigativi
prodotti dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Matera, su
richiesta della locale Procura, diretta dal Procuratore dott. Pietro Argentino,
ha emesso il provvedimento restrittivo a carico del 56enne..

Quest’ultimo
infatti, nella notte del 5 maggio scorso, ha rubato dall’interno di un cantiere
diverse componenti di metallo, costituenti parti di numerosi guard rail,
depositati lì per i lavori di manutenzione inerenti la sicurezza stradale della
SS 655 “Bradanica”. Nel corso dell’azione delittuosa, dopo aver caricato la
refurtiva (di consistente valore), a bordo dell’autovettura a lui in uso, nel
cercare di guadagnarsi la fuga, speronava un vigilante (per fortuna senza
procuragli particolari lesioni), presente sul posto per lo specifico servizio
di controllo di cui era stato incaricato, per poi allontanarsi lungo le vie
limitrofe.

I
militari del Nucleo Operativo Radiomobile, ricevuta la segnalazione di quanto
accaduto, hanno avviato sin dall’immediatezza le indagini. Sono così stati
acquisiti gravi indizi di colpevolezza a carico del 5enne, che hanno permesso
l’emissione della misura cautelare in questione nei suoi confronti.

Il
pregiudicato, nel corso della nottata, dopo essere stato rintracciato presso la
propria abitazione, è stato condotto in caserma ed in seguito, dopo le attività
di rito, è stato ristretto presso il carcere.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap