mercoledì, 17 Luglio 2024

Il consiglio comunale di Matera ha
approvato a maggioranza il Bilancio di previsione 2019-2021.
67 milioni di euro circa il movimento
complessivo delle attività finanziarie che sono orientate alla crescita della
città con il mantenimento e il potenziamento degli standard qualitativi dei
servizi offerti.
“Gli equilibri di cassa – sottolinea
l’assessore al Bilancio, Eustachio Quintano – sono stati garantiti attraverso
la diminuzione della spesa per servizi generali e la contrazione del fondo di
accantonamento per crediti di dubbia esigibilità, che hanno compensato
l’aumento della spesa nei settori: turismo, trasporti e mobilità, sicurezza
pubblica, politiche sociali, istruzione e diritto allo studio.
L’incremento derivante dal gettito della
tassa di soggiorno ci consentirà in futuro di assicurare crescenti livelli
qualitativi nell’ambito dei servizi legati all’accoglienza turistica.
Il bilancio approvato – spiega Quintano – assicura
le prestazioni indispensabili e necessari alla collettività rispettando gli
equilibri finanziari e di cassa. L’erogazione di beni e servizi alla comunità è
costituzionalmente doverosa. In tal senso il nostro bilancio assicura il
soddisfacimento degli interessi dei contribuenti, cautelando le generazioni
future da un indebitamento che comprime le capacità di spesa e ipoteca le
scelte delle amministrazioni. Un documento contabile sano è a presidio e a
tutela della concorrenza e del buon funzionamento dell’economia, considerato
l’interesse dei fornitori a che le obbligazioni assunte siano pagate
regolarmente, a fronte della reale copertura della spesa e della sua
sostenibilità finanziaria, preservandoli dal rischio di ritardi che potrebbero
pregiudicare le loro stesse attività economiche.
La Corte Costituzionale afferma che
l’equilibrio di bilancio, implica in prospettiva dinamica la continua ricerca
di un armonico e simmetrico bilanciamento tra risorse disponibili e spese
necessarie per il perseguimento delle finalità pubbliche, e in quest’ottica
bisogna evidenziare come il bilancio debba considerarsi un bene pubblico perché,
come ha sottolineato recentemente il Capo dello Stato, senza finanze pubbliche
solide e stabili, non è possibile tutelare i diritti sociali in modo efficace e
duraturo, assicurando l’indispensabile criterio dell’equità intergenerazionale.
Il bilancio approvato – conclude Quintano – dà contezza della certezza e della
trasparenza che sono alla base delle aspettative della collettività nel vedersi
fornire le funzioni e servizi intestati all’ente dalla legge, risultando
coerente con gli indirizzi strategici e gli obiettivi operativi di mandato e dà
evidenza delle scelte dell’Ente, sia con riferimento all’acquisizione delle
entrate, sia avendo riguardo agli interventi di spesa”.

Il Consiglio ha approvato, nella seduta di
oggi, anche gli altri punti all’ordine del giorno: Tariffe Cosap 2019, nuovo
regolamento per l’applicazione dell’imposta di soggiorno rimodulata, Piano
delle alienazioni 2019-2020-2021, Piano economico-finanziario del servizio
gestione rifiuti 2019, tariffe Tari, del numero di rate e scadenze del
versamento per il 2019, programma triennale dei lavori pubblici ed elenco
annuale 2019, aggiornamento del documento unico di programmazione 2019-2021.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap