sabato, 20 Aprile 2024

 

Riceviamo e pubblichiamo
dai Consiglieri Comunali Rocco Buccico, Marco D’Andrea, Daniele Fragasso, Paolo
Manicone, Antonio Materdomini, Antonio Sansone, Vito Sasso.
Questa davvero ci
mancava. Quando pensavamo di aver visto tutto e il contrario di tutto, durante
questi 4 anni di governo De Ruggieri, accade invece che a fronte di una
interrogazione pervenuta in Consiglio Comunale, il nostro sindaco ci stupisce
con una stravagante quanto preoccupante dichiarazione.
Il primo cittadino questa
volta, dopo essere stato pontiere per realizzare i propri sogni, ha indossato i
panni del paciere nei confronti di chi lo ha accusato, attaccato e denunciato
per il suo operato (per la cronaca: lui stesso pose il veto, con grande
orgoglio, sulla candidatura del cittadino Giovanni Angelino nella sua
coalizione nel maggio 2015).
Azione pacifica che si è
formalizzata con il conferimento di un incarico remunerato in un ente, quello
del Parco della Murgia e chiese rupestri, che prevede una figura fiduciaria del
sindaco come rappresentante del Comune di Matera. 
Tra lo stupore
dell’opposizione e l’imbarazzo della maggioranza, il sindaco ha lanciato un
messaggio chiaro: denunciatemi e sarete ricompensati, perché sono uomo di pace.
Riteniamo che le
motivazioni di questa nomina sono prive di credibilità e fondatezza visto che,
competenze sulla materia sono da verificare e appartenenza a gruppi politici
ecologisti sono state ufficialmente smentite. Lo stesso nominato ha più volte
accusato il primo cittadino di essere ‘spendaccione’ nella spesa tra staff e
figure organizzative a cui si aggiungeva la mancata applicazione del
dimezzamento del suo compenso, annunciato in campagna elettorale e mai applicato.
Ora, suo malgrado, con la
sua nomina inciderà maggiormente sulla spesa della comunità. 
Sarebbe bastato nominare
tra i consiglieri, dopo le dimissioni del collega Lapolla, una figura con i
requisiti adatti e nessun aggravio economico ci sarebbe stato. 
Vorremmo che le cose
vengano chiamate con i termini corretti, senza giri di parole o peggio buffe
giustificazioni. Riteniamo, e lo ricordiamo a noi stessi, che si tratta
dell’ennesima richiesta fatta dal partito che, sovvertendo la volontà popolare
e grazie alla complicità del nostro sindaco, governa la città.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap