Nello
scorso fine settimana, i  Carabinieri
della Compagnia di Matera, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio tesi
al contrasto dei reati contro il patrimonio, con particola attenzione ai furti
in genere, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di
Matera, diretta dal Procuratore dott. Pietro Argentino, un 41enne del posto,
ritenuto responsabile di furto aggravato.

In
particolare i militari del NORM – Aliquota Radiomobile, durante i quotidiani
servizi di pattugliamento del territorio, nel transitare nei pressi della zona
industriale La Martella, hanno notato un’autovettura ben occultata, tra i
ruderi di alcune costruzioni in disuso. Insospettiti dall’ anomala presenza del
veicolo, scesi dall’automezzo di servizio, i carabinieri hanno effettuato un’
attenta perlustrazione dell’isolato, nel corso della quale scorgevano la
presenza di un individuo, attrezzato di gruppo elettrogeno, tagliatrice
elettrica (completa di numerosi dischi per tagliare materiali metallici),
nonché numerosi attrezzi di effrazione, nel mentre era intento a tagliare ed
asportare diversi tubi in ferro (alcune centinaia di chilogrammi) facenti parte
di un fabbricato della zona.    L’uomo,
condotto in caserma, ricostruita la dinamica delittuosa ed alla luce degli
elementi emersi, è stato denunciato all’ Autorità Giudiziaria. Tutto il
materiale da scasso rinvenuto ed i tubi divelti, sono stati sottoposti a
sequestro.
Pubblicità
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *