giovedì, 25 Luglio 2024

Nella mattinata odierna,
presso il Palazzo del Governo di Matera è stata sottoscritta tra il Prefetto di
Matera, il Sindaco del Comune di Matera e il Presidente della Fondazione di
partecipazione Matera-Basilicata 2019, l’Intesa
per la Legalità
“Ai fini della prevenzione dei tentativi di infiltrazione
della criminalità organizzata nel settore dei contratti pubblici di lavori,
servizi e forniture per Matera 2019”.

Il documento pattizio,
redatto, in accordo con il Comune di Matera, secondo le linee indicate dal
Comitato per di Coordinamento per l’Alta Sorveglianza delle Grandi Opere,
istituito presso il Ministero dell’Interno, si pone l’obiettivo di rafforzare
l’azione di prevenzione antimafia, con vincoli più stringenti, a tutela della
legalità e della trasparenza nella gestione degli appalti pubblici collegati
all’importante appuntamento di Matera Capitale Europea della Cultura per il
2019.

Con il documento oggi
sottoscritto si è inteso elevare il livello di attenzione nei confronti delle
attività connesse all’evento per prevenire e contrastare l’infiltrazione
criminale che danneggia, in primo luogo, l’imprenditoria sana.

L’Intesa di Legalità
prevede, tra l’altro, l’abbassamento della soglia indicata dalla legge per la
richiesta delle certificazioni antimafia, l’obbligo per l’impresa
aggiudicataria di sottoporre allo stesso regime l’intera filiera delle imprese a
cui si rivolge oltre che misure più restrittive per il rispetto degli obblighi
di sicurezza nei cantieri.

Sarà istituita, altresì,
una cabina di regia per monitorare la situazione ed analizzare specifiche
problematiche e realizzata una banca dati on line in cui confluiranno tutti i
dati delle imprese per essere immediatamente disponibili ad eventuali controlli.

Gli interventi compresi
nel CIS – Contratto Inter-istituzionale di Sviluppo – saranno invece assistiti
dall’attività di vigilanza dell’ANAC.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap