martedì, 23 Luglio 2024

Matera,  funerali dei Vigili del fuoco Nicola Lasalata e Giuseppe Martino. L’omelia di Mons. Caiazzo: “Amore non è più una bella parola, un gesto di benevolenza, ma un agire colmo di umanità: consumarsi pienamente fino alla morte”

Pubblichiamo l'omelia che mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, Arcivescovo della Diocesi di Matera-Irsina, ha pronunciato questa sera nel Palazzetto dello Sport, gremito, durante i funerali dei Vigili del fuoco Nicola Lasalata e Giuseppe Martino: Carissimi,...

“La cultura rende
inevitabile ciò che è altamente improbabile”: è con questa citazione di
Pierre Boulez che il sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri ha racchiuso il
senso di anni di “battaglie eroiche” che hanno portato quella che era
una “comunità avvilita” a Capitale europea della cultura 2019.

È stato presentato in
mattinata a Matera, nella sala Levi di Palazzo Lanfranchi il programma della
diretta su Rai 1, in Eurovisione, della cerimonia inaugurale. Insieme al primo
cittadino erano presenti la direttrice di Rai 1, Teresa De Santis, Angelo
Mellone, capo struttura Rai, Salvatore Adduce e Paolo Verri, presidente e
direttore generale della Fondazione Matera-Basilicata 2019 e Marta Ragozzino,
direttrice del Polo museale della Basilicata.

Domani, sabato 19 gennaio,
dalle ore 18,50 alle 19,55 circa, andrà in onda su Rai1 in Eurovisione, in
diretta da Matera (anche in HD sul Canale 501), la Cerimonia di Inaugurazione
di Matera Capitale Europea della Cultura dal titolo “Matera 2019 – Open
Future”, un grande e unico evento di arte, musica, spettacolo, tradizione e
creatività, ospitato in una delle cornici più suggestive del mondo. Alla serata
saranno presenti il Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella, il
Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il Ministro per i Beni e le Attività
Culturali Alberto Bonisoli, il Presidente della Rai Marcello Foa,
l’Amministratore Delegato Rai Fabrizio Salini, il Direttore di Rai1 Teresa De
Santis.

Conduttore d’eccezione
sarà Gigi Proietti, grande mattatore della serata, con un cast altrettanto
prestigioso che vede in scena artisti come Rocco Papaleo e Stefano Bollani.

Il quartiere dei Sassi, e
precisamente Piazza San Pietro Caveoso, sarà il set naturale e artistico di una
performance collettiva in cui confluiranno decine e decine di “brass band”
provenienti da tutta Europa, dalla stessa Basilicata e da molte nazioni
mediterranee.

Tra gli ospiti ci saranno
anche la cantante inglese Skin, che interpreterà alcuni dei suoi maggiori
successi e il trasformista Arturo Brachetti, che preparerà un “dono speciale”
per la città da Santa Lucia alle Malve, una delle più suggestive Chiese
Rupestri di Matera.

Prenderanno parte
all’evento altri performer, tra i quali la soprano bulgara Valya Balkanska e le
attrazioni internazionali “Supernova”, “Spark” e “Quidams”, protagonisti di
spettacolari interventi coreografici, che avranno luogo da differenti location
di Matera, inframezzando le altre esibizioni artistiche. A chiusura della
serata interverrà il Presidente della Repubblica con un messaggio di saluto,
che aprirà ufficialmente l’anno di Matera2019 Capitale Europea della Cultura.

“Matera è pronta ad
accogliere tutti i turisti che vorranno visitarla. Spero, nel tempo, che la
città possa essere méta di un turismo sempre più consapevole della storia del
luogo”.

E’ quanto sostenuto dal
Sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, a margine della conferenza stampa di
presentazione della diretta Rai in occasione della cerimonia di inaugurazione
di Matera 2019.

Incalzato dalle domande
dei giornalisti, il primo cittadino di Matera ha sottolineato che: “Il turismo
emozionale, esperienziale, esistenziale e culturale, non quello meramente
legato al consumo, si addice ad una città come Matera. Non si può venire qui
solo per essere abbagliati, per vedere, ma per capire, per comprendere. Dietro
questa bellezza c’è la fatica della sua comunità che è sempre in ascesa, sempre
pronta a costruire nuova storia. Vogliamo che i turisti diventino cittadini
temporanei di Matera che entrino nella nostra cultura, che scambino con noi
esperienze e informazioni e che vadano via arricchiti da questo scambio. Per
questo stiamo realizzando i parchi tematici della storia dell’uomo. In un luogo
unico e universale racconteremo l’evoluzione umana dalla selce al silicio, dai
buchi neri delle grotte preistoriche ai buchi neri dello spazio celeste che qui
vengono osservati dal centro di geodesia dell’Asi di Murgia Timone. Siamo
consapevoli – ha concluso De Ruggieri – che il turismo non può rappresentare il
solo elemento per costruire il futuro economico di questa città. Nella città
della storia, il futuro non può che essere la scienza. Matera ha l’ambizione di
costruire il suo sviluppo coniugando autenticità e tecnologia, identità e
innovazione. 14 imprese dell’hi-tech, in collaborazione con il Cnr, si
insedieranno nel nostro hub tecnologico. E’ questa la strada da percorrere per
stabilizzare lo sviluppo della nostra città che, dal Sud, vuole indicare una
strada possibile per il rilancio del Mezzogiorno”.

GLI
SPECIALI DELLA RAI

Rai Radio 3 festeggia
Matera 2019  con un programma in diretta da Matera sabato 19 gennaio dalle
ore 15. La trasmissione sarà condotta dal direttore Marino Sinibaldi. Inoltre
venerdì 18 gennaio 2019 Rai Radio 3 dedicherà una giornata tematica del
palinsesto alla città di Matera attraverso un ideale countdown in cui tutte le
trasmissioni della rete si apriranno con i racconti e gli auguri degli ospiti
di Materadio, la festa di Radio 3 che tornerà anche nell’edizione 2019 dal 13
al 15 settembre.

Sabato 19 gennaio è in
programma anche uno Speciale Rai Radio 1 Centocittà, il nuovo programma
dedicato al territorio e alle realtà locali realizzato in collaborazione con
Tgr dalla città di Matera. Dalle 10,30 alle 12 in diretta da Cava del Sole,
Ilaria Amenta e Gianluca Semprini racconteranno Open Sounds, l’esibizione di 13
bande, 7 lucane e 6 europee che eseguiranno le sinfonie e gli inni di tutta
Europa. Musica, dunque ma sopratutto le voci dei protagonisti, le interviste, i
contributi e la storia di come Matera si è preparata per questo momento
storico.

I
NUMERI DI MATERA CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2019

Un investimento
complessivo per la realizzazione del programma culturale di 48 milioni di euro
dall’inizio della candidatura derivanti da fondi regionali (11 meuro),
nazionali (30 meuro) e privati (7 meuro).

La programmazione del
2019 consta di 48 settimane, dal 19 gennaio al 20 dicembre 2019

La metà del programma
culturale, 27 progetti, realizzati da associazioni culturali lucane con un
investimento della Fondazione di 6 milioni di euro. Questi progetti stanno
coinvolgendo nella fase di produzione e realizzazione, direttamente e
indirettamente, circa 5 mila materani e altrettanti lucani e una centinaio di
partner internazionali.

Gli artisti e curatori
coinvolti sono 120.

I paesi europei coinvolti
sono 27, e, direttamente e indirettamente, sono state coinvolte tutte le
regioni italiane.

L’80 percento del
programma culturale è caratterizzato da produzioni originali, vale a dire
anteprime assolute a livello mondiale.

Il lavoro è durato 7
anni, dal 2011 al 2018.

Lo staff di Matera2019 è
composto da circa 60 persone, soprattutto giovani dai 25 ai 40 anni.

Al momento sono 20 gli
sponsor, 15 nazionali e 5 locali.

Turismo

I flussi turistici nel
2017 hanno registrato 450 mila presenze (comprensivi di turisti italiani, 320
mila, e stranieri, 130 mila), a fronte di 200 mila nel 2010 e un aumento del 10
percento rispetto al 2016.

Nel 2018 si prevede un
aumento del 15 percento che porta a una previsione di 515 mila presenze.

Nell’ultimo decennio di
forte crescita del turismo a Matera, il tasso annuale di crescita più elevato è
stato toccato nel 2015 con un +44% delle presenze: nell’ottobre 2014 Matera era
stata ufficialmente designata Capitale Europea della Cultura 2019.

Per il 2019 si prevede un
flusso annuale di 700 mila presenze distribuite su 12 mesi.

 
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap