giovedì, 13 Giugno 2024

 
Si è conclusa la 24esima edizione della Wold Cup che
si è svolta dal 13 al 16 Giugno 2019 presso RDS Stadium di Rimini, con ben 2200
atleti iscritti provenienti da tutto il mondo.
Questa Coppa del mondo è uno degli ultimi test match
prima dei Campionati Europei WAKO Junior e cadetti che si svolgeranno a
Budapest l’ultima settimana di agosto.
Presente anche una delegazione lucana Ccpitanata dal
Direttore Tecnico della Nazionale Italiana Biagio Tralli e dal Maestro Gino
Clemente schierati nel seguente modo:
        
Dimichino Luigi -54 Kg specialità
K-1  della Nuova Athena di Montescaglioso opposto al fortissimo Francese
KotbiHakim che grazie alla sua grandissima esperienza vince il match contro
Dimichino  e poi la finale. Luigi si deve accontentare della medaglia di
Bronzo e della prima bellissima esperienza internazionale.
        
Gravela Eustachio -54 kg specialità Low
Kick della Dynamic Center Matera opposto all’Israeliano Jabaly Basel. Al suono
della campanella entrambi gli atleti non si risparmiano nei colpi dando vita a
un match intenso e tirato fino all’ultimo secondo, ma l’Israeliano, forte della
sua notevole esperienza sul ring, riesce a strappare la vittoria al materano
che si deve consolare della medaglia di bronzo – ottimo risultato per la sua
prima esperienza internazionale. 
        
Gravela Antonio -57 kg specialità Low Kick
della Dynamic Center Matera opposto al Campione Francese Germane Alexis. Danno
vita ad uno dei match più belli della Low Kick disputato nel torneo con un
match tiratissimo fino all’ultimo secondo. Vince di misura Alexis, vincitore
del torneo. Antonio torna a casa con il bronzo.
        
Vivilecchia Alessio -60 kg specialità Low
Kick della Dynamic Center Matera opposto in semifinale al Francese Jeffy
Alexandre. Al suono della campanella il materano nonostante combatta in una
categoria di peso che non li appartiene tiene testa al transalpino. Alla fine
del match i giudici premiano il bravo Alexandre. Alessio chiude la sua prima
esperienza internazionale con il bronzo.
        
Musto Antonio -63.500 kg specialità Low
Kick della Dynamic Center Ginestra (PZ) trova in semi finale il campione polacco
Tyminski Kuma. Antonio inizia deciso e convinto, domina il polacco per due
riprese e mezzo ma quando mancano solo quaranta secondi il lucano perde la
lucidità e l’espertissimo Kuma riesce a ribaltare il match anche se di
pochissimo. Antonio scende dal ring con il bronzo e tra gli applausi del
pubblico presente.
        
Dichio Michele -67 kg specialità K-1 
della Nuova Athena di Montescaglioso trova in semifinale il Russo Shvetsov
Artem, per il Maestro Tralli il più talentuoso del torneo. All’avvio
dell’incontro il montese parte deciso vincendo la prima ripresa, ma al suono
della seconda ripresa il russo forte della sua grandissima vince. Dichio torna
a casa con la medaglia di bronzo e con la consapevolezza di aver gareggiato con
il migliore.
        
Musto Donatello 71 kg specialità Low Kick
della Dynamic Center Ginestra (PZ) opposto al campione russo Loginovskikh
Roman. Donatello parte teso e timoroso nei confronti del suo avversario, ma
nonostante ciò dà vita a un bellissimo match, combattuto fino all’ultimo, il russo
vince sia con Donatello e sia la finale, il lucano torna  con il bronzo e
con la consapevolezza che ce la poteva fare se solo fosse stato un po’ più
determinato.
        
Ruggieri Claudio -75 kg specialità Low
Kick della Dynamic Center Matera trova in finale il bravissimo Patti Cristian.
Entrambi i fighters danno vita a un bellissimo incontro tecnico tattico
tiratissimo fino all’ultimo secondo. Al suono dell’ultima campana i giudici
decretano la vittoria di Claudio Ruggieri.
 
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap