Tre medaglie d’oro e una
d’argento per la materana Dynamic Center nella seconda fase dei campionati
Interregionali del Sud Italia di Kickboxing che si è svolta ieri a Pozzuoli.

Primo gradino del podio
per Andrea Sacco (nella foto) -60 Kg Kick Light Senior, Claudio Ruggieri +70 Kg
Kick Light cadetto, Marco Bruno +80 Kg Kick Light Senior primo e terzo posto
per Eustachio Gravela -52 Kg Kick Light cadetto.

Nessun piazzamento,
invece, per gli altri tre atleti della Dynamic Center: Vito Di Pede -70 Kg Kick
Light Senior (anche se vince il primo match perde ai quarti di finale e non
riesce a salire sul podio), Laura Colucci -60 Kg Kick Light Senior e Michele
Laiso +60 Kick Light Cadetto.

Complessivamente hanno
partecipato 418 atleti in gara provenienti da Basilicata, Calabria, Campania e
Puglia.

E mentre questi sette
ragazzi, guidati dal Direttore Tecnico della Nazionale Italiana Biagio Tralli ,
cercavano di portare nella città dei Sassi quante più medaglie possibili,
un’altra delegazione materana capitanata dal Maestro Gino Clemente era
impegnata a Rieti in un Galà di contatto pieno.

“Anche questa volta i
nostri ragazzi si sono contraddistinti scendendo dal ring accolti dalla standing
ovation del pubblico. – spiega il Maestro Tralli – Nel dettaglio, Antonio
Gravela ha combattuto in una categoria di peso che non gli appartiene
pareggiando contro un bravissimo fighter di Mazara del Vallo allenato dal
Maestro Francesco Vaccaro.

Michele Dichio ha portato
invece a Montescaglioso la sua quinta vittoria di fila ed è pronto per vestire
la tuta della Nazionale Italiana assieme ad Antonio Gravela e rappresentare la
Nazionale ai prossimi Campionati Mondiali WAKO 2018.

Sono soddisfatto di
questo doppio impegno dei nostri atleti. – ha concluso Abbiamo conquistato quattro
medaglie agli Interregionali ma potevano essere a di più. Sono ancora più
soddisfatto delle prestazioni atletiche di Gravela e Dichio che hanno
dimostrato un ottimo stato fisico e sono pronti per il Criterium di Marzo, gara
dalla quale uscirà un quadro generale sui ragazzi da portare in Nazionale per i
Mondiali”.

Pubblicità
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *