sabato, 20 Aprile 2024


L’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Potenza e Matera, durante la scorsa settimana, ha effettuato, nell’ambito del settore agricolo, una intensa e mirata attività ispettiva nella fascia Jonica Metapontina, finalizzata anche al controllo costante del territorio e in particolare nel contrastare l’ulteriore diffondersi del fenomeno del Caporalato.
Complessivamente sono state ispezionate 13 aziende agricole, un’azienda di lavorazione e trasformazione del prodotto pomodoro, un’azienda di esercizio commerciale di somministrazione.
Sono state verificate le posizioni lavorative di 116 lavoratori, 76 uomini e 40 donne; di questi 43 di nazionalità extracomunitaria.
11 lavoratori sono risultati al nero, per essi verranno adottati i relativi provvedimenti amministrativi per occupazione senza preventiva comunicazione alla Pubblica Amministrazione della instaurazione del rapporto di lavoro e quindi è stata predisposta per la Autorità Giudiziaria notizia di reato conseguente.
9 lavoratori dei suddetti sono risultati ai controlli extracomunitari, di cui 2 senza il previsto permesso di soggiorno valido. 
2 di questi lavoratori al nero sono risultati essere invece di nazionalità italiana.
Complessivamente sono state notificate violazioni amministrative, con relative sanzioni, per circa 50.000 euro, per l’occupazione appunto dei 2 lavoratori extracomunitari senza permesso di soggiorno, verrà quindi interessata conseguentemente la competente Autorità Giudiziaria.

In quest’ultima settimana sono ulteriormente continuati i controlli lungo la fascia Jonica del Metapontino, in provincia di Matera, sempre di contrasto al “caporalato”. 
Sono state verificate ulteriori 11 aziende agricole, e 3 di queste sono risultate irregolari sotto il profilo dell’impiego di manodopera irregolare. 
Sono stati sottoposti a verifica di regolarità nei rapporti di lavoro n.44 lavoratori, di questi 10 di nazionalità extracomunitaria. 
Le verifiche hanno consentito di accertare la presenza a lavoro di 2 lavoratori a nero ed altri 5 con irregolarità nel rapporto di lavoro istaurato.  
Per le irregolarità accertate sono state comminate sanzioni amministrative pari a complessive 37.700,00 €.
Alle operazioni di controllo e contrasto al fenomeno del “caporalato” di queste settimane hanno partecipato gli Ispettori del Lavoro dell’Ispettorato Territoriale di Potenza-Matera, il personale dell’Arma dei CC del Nucleo Ispettorato Lavoro della sede di Matera, il personale dell’Azienda Sanitaria del Materano, con il fattivo apporto e supporto del personale dell’Arma CC del Comando Territoriale di Matera.
L’attività ispettiva svolta è stata preceduta da un approfondito preventivo “studio” del fenomeno malavitoso persistente sul territorio del metapontino. Anche con preventivi sopralluoghi nei campi e appostamenti, effettuato congiuntamente con il personale dell’Arma CC del Comando Territoriale di Matera; questi ultimi in particolare si sono anche occupati di accompagnare presso la Questura di Matera i lavoratori irregolari extracomunitari sprovvisti del permesso di soggiorno.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap