domenica, 25 Febbraio 2024

Ha sfiorato 100.000 visualizzazioni
e 11.000 like il post che aveva messo su Facebook quattro giorni fa: una sua
foto in un letto d’ospedale con il sottofondo di “Voglio respirare”, uno dei
brani contenuti nel cd “NuovoContrordineMondiale”.
Lo scorso 13 ottobre il
cantautore Giuseppe Povia aveva scritto: “Sono in ospedale pronto per essere
operato domattina, per una cosa che nel tempo si è aggravata. Ho paura ma sono
in buone mani, qui c’è un team fantastico. Al risveglio vi leggerò. Mi hanno
sempre chiesto qual è la mia canzone più bella, ora lo posso dire è questa.
Ascoltatela vi emozionerà. Mettete commenti belli eh! Tornerò quando starò meglio
e spero col cuore che arriveranno buone notizie”. 
Soltanto in mattinata,
poco prima delle 9, Povia è tornato su Facebook con uno scatto molto più
rassicurante che ha fatto tirare un sospiro di sollievo alle migliaia di fan. In
tantissimi, infatti gli hanno inviato messaggi di auguri.
Nella foto del post, abbraccia
il dottor Francesco Giangregorio, otorinolaringoiatra dell’azienda ospedaliera
“Rummo” di Benevento che lo ha operato: “Questo grande uomo mi ha salvato da
cose che mi avrebbero portato conseguenze brutte. Franco so che non t’interessa
la pubblicità (manco ne hai bisogno) ma grazie non solo per serietà e capacità,
anche per il cuore, la passione e l’umanità con cui fai questo delicato lavoro.
Il team è a tua immagine e somiglianza, si percepisce e si vede nel momento più
importante in sala operatoria all’Ospedale G. Rummo di Benevento”.
Un attestato di stima nei
confronti del medico a dimostrazione, ancora una volta, della spiccata
sensibilità del cantautore che solo due settimane fa ha concluso il
DivertimenTour che lo ha visto impegnato in una cinquantina di concerti nelle
piazze d tutta Italia.
Il successo del tour 2019
di Giuseppe Povia è stato merito anche di eccellenze lucane: su tutte, Italia
Eventi srl di Ugo Valicenti e Beppe Passarella, una realtà di Montalbano Jonico
che con il suo staff ha consentito ogni sera al cantautore e alla sua band di
esibirsi su un palco imponente, con una scenografia di tutto rispetto con
maxischermi dove, in tempo reale, venivano proiettate sia le immagini del palco
sia quelle del pubblico; poi, proprio la band che, a parte Anna Magno (violino
e voce, splendida) di Rossano Calabro, ha contemplato i musicisti lucani  Carlo Di Gilio (chitarre), Nunzio
Laviero (basso, sax) Antonio Laviero (piano) e Graziano
Pennetta (batteria).
Rossella
Montemurro
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap