mercoledì, 21 Febbraio 2024

Sarà il nuovo direttore generale dell’IRCCS CROB Massimo De Fino, nel redigere il nuovo atto aziendale, a tenere conto del “Piano di potenziamento IRCCS CROB di Rionero in Vulture” redatto dall’AGENAS e approvato dalla Giunta regionale con la DGR n.358 del 16 giugno 2023, nonché delle osservazioni della IV Commissione permanente del Consiglio regionale e del Consiglio di Indirizzo del CROB. Lo stabilisce una delibera della Giunta regionale.

Con questo provvedimento la Giunta “prende atto” delle osservazioni contenute nel verbale del 27/7/2023 della IV Commissione regionale permanente competente in materia di Salute e dei rilievi del Consiglio di Indirizzo e Verifica dell’IRCSS-CROB, che riguardano principalmente la necessità di prevedere “la permanenza nell’Istituto di alcune specialità con posti letto quali l’urologia oncologica, la ginecologia oncologica, la chirurgia platica e ricostruttiva, nel rispetto della programmazione regionale di cui alla DGR n. 120/2017; il mantenimento dei servizi e delle funzioni esistenti; la conferma del numero delle unità operative complesse e di quelle semplici attuali, giusto atto aziendale in vigore”.

“Il potenziamento e il rilancio dell’IRCCS – CROB di Rionero in Vulture, quale centro di riferimento regionale per la ricerca, la prevenzione e la cura delle patologie tumorali – afferma il presidente della Regione Basilicata Vito Bardi – hanno un ruolo importante nella programmazione regionale dei servizi sanitari. Con la nomina del nuovo direttore generale Massimo De Fino e di Giannicola Genovese, ricercatore di fama internazionale, a direttore scientifico, facendo tesoro del Piano di potenziamento dell’AGENAS e delle osservazioni del Consiglio di indirizzo e della quarta Commissione, possiamo finalmente entrare in una fase nuova della programmazione, per assicurare il rafforzamento del CROB e il miglioramento dei servizi di prevenzione a cura rivolti ai cittadini”.

“La recente stabilizzazione dei precari della ricerca – afferma il vicepresidente della Giunta ed assessore alla Salute e alle Politiche della Persona, Francesco Fanelli – è un segnale importante per dare continuità alle attività scientifiche, che intendiamo potenziare insieme alle attività di diagnosi e cura delle patologie oncologiche. Con la nomina del nuovo direttore generale e del nuovo direttore scientifico e con il progressivo ammodernamento tecnologico che abbiamo programmato e sul quale abbiamo investito da tempo, si conferma l’attenzione del governo regionale verso l’IRCCS – CROB, con l’obiettivo di migliorare la rete oncologica territoriale nella nostra regione”.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap