martedì, 23 Luglio 2024

Matera,  funerali dei Vigili del fuoco Nicola Lasalata e Giuseppe Martino. L’omelia di Mons. Caiazzo: “Amore non è più una bella parola, un gesto di benevolenza, ma un agire colmo di umanità: consumarsi pienamente fino alla morte”

Pubblichiamo l'omelia che mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, Arcivescovo della Diocesi di Matera-Irsina, ha pronunciato questa sera nel Palazzetto dello Sport, gremito, durante i funerali dei Vigili del fuoco Nicola Lasalata e Giuseppe Martino: Carissimi,...

“Essere vicini alla gente significa dialogare
costantemente con tutti. Matera va incontro al 2019 e ci sono grandi
aspettative dal punto di vista economico, della crescita. Tutto ciò va di pari
passo con la sicurezza che non deve essere disgiunta dalle esigenze dei
cittadini. Ecco perché operazioni come il G7, che in altre parti si concludono
con tafferugli, qui hanno dato luogo ad un abbraccio della collettività. C’è
una sicurezza partecipata.  Non solo, il popolo di questa terra è un
popolo cha nel suo Dna gli antidoti della legalità. Quella di Matera è stata
un’esperienza molto bella, entusiasmante insieme a collaboratori che mi hanno
dato tanto”.
Sono le parole del questore Paolo Sirna che in
mattinata a Matera ha incontrato i giornalisti per tracciare un bilancio dei
tre anni trascorsi nella città dei Sassi. Dalla prossima settimana Sirna
dirigerà il Compartimento di Polizia Ferroviaria di Bari.
Il questore ha ricordato che sono stati stipulati
protocolli con l’Autorità giudiziaria per la tutela fasce deboli, per il
controllo degli appalti per Matera 2019 e che da maggio 2017 sono stati
riattivati i 33 varchi di videosorveglianza di sicurezza: “Varchi
all’avanguardia – ha precisato – che vanno ad affiancare la videosorveglianza
del Comune e un’altra finanziata con fondi Pon per le aree industriali”.
Rimane alta la guardia sul Metapontino, dal 2008
teatro di scorrerie criminali che si sono concretizzate in danneggiamenti nei
confronti di attività imprenditoriali: “La presenza di forze dell’ordine è
massiccia in quei territori. Accanto al problema ci sono già delle prime
risposte, poi arriverà la macchina giudiziaria”.
Sirna ha evidenziato anche il bel percorso di
relazioni iniziato con la tifoseria del Matera Calcio: “Mi sarebbe piaciuto
celebrare il derby tra Matera e Potenza con il pubblico”.
A seguito dell’inchiesta sulla sanità lucana, dove il
nome del questore è emerso senza però alcun risvolto giudiziario, ha preferito
non commentare: “Mi sono dato la consegna del silenzio perché credo sia il
migliore segnale che si possa dare. Me ne vado con l’assoluta consapevolezza di
non essere indagato, nessuna Autorità Giudiziaria ha censurato il mio operato”.
Importanti le sfide che attendono a Matera il successore di
Sirna, Luigi Liguori: a settembre il raduno politico della Lega con la presenza
di Matteo Salvini, il 19 gennaio 2019 l’inaugurazione da Capitale Europea
della Cultura con il presidente della Repubblica, i raduni nazionali di vigili
del fuoco e bersaglieri e numerosi eventi con personalità di spicco nel panorama internazionale.
Rossella Montemurro
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap