martedì, 23 Aprile 2024

Il Compartimento Polizia
Ferroviaria Puglia, Basilicata e Molise, dal 10 giugno al 5 settembre 2019, ha
incrementato le attività di vigilanza, finalizzate al contrasto di ogni forma
di illegalità, oltre che per innalzare ulteriormente il livello di attenzione
negli scali ferroviari ed a bordo dei treni, anche alla luce del consistente
afflusso di viaggiatori in concomitanza dell’esodo/controesodo estivo.
Le attività di controllo straordinarie sono state attuate anche con il supporto
di unità cinofile antidroga e anti-esplosivo della Polizia di Stato e con l’impiego di tecnologie all’avanguardia, in particolare smartphone di ultima
generazione con lettura ottica dei documenti e metal detector per i controlli
ai bagagli sospetti. Le ispezioni si sino estese anche ai depositi bagagli.
Dal 10 giugno al 5 settembre 2019, sono state identificate 53.114 persone, di
cui:
7.686 sono risultate avere precedenti di polizia e penali, 8.457 gli stranieri
controllati, fra i quali 10 erano irregolari sul territorio nazionale.
16 le persone tratte in arresto e 45 quelle denunciate all’Autorità
Giudiziaria;, sequestrato 1 Kg di sostanza stupefacente;
67 le sanzioni amministrative contestate per comportamenti irregolari in ambito
ferroviario e su strada;
755 i veicoli controllati;
Sono stati, inoltre, effettuati 2.254 servizi di vigilanza nell’ambito degli
scali ferroviari viaggiatori e merci, 518 le pattuglie impiegate a bordo di 943
treni della lunga percorrenza e delle tratte regionali, mentre 122 sono state
le attività specifiche antiborseggio nelle stazioni, 163 le pattuglie che hanno
vigilato lungo le linee ferroviarie, con particolare attenzione al contrasto
dei fenomeni di collocamento di ostacoli sui binari, di lancio di oggetti
contro i treni in movimento e dei furti di cavi di rame;
10 le persone scomparse rintracciate, tra cui 3 minori.
In particolare, nella stazione di Bari centrale è stata soccorsa una persona
ipovedente e parzialmente sorda, trovata in stato confusionale a bordo di un
treno. L’uomo, dopo le cure del caso, è stato riaffidato ai familiari e
contestualmente è stato interessato l’ufficio del Giudice Tutelare.
Nella Stazione di Taranto, è stato rintracciato un anziano, privo di documenti
ed in stato confusionale. Gli immediati accertamenti hanno consentito di
individuare, in poche ore, i familiari dell’uomo.
Tra gli episodi più
significativi il 28 giugno u.s., agenti del Posto di Polizia Ferroviaria di
un giovane barlettano, studente universitario, incensurato, in quanto, il cane
antidroga “Faro”, fiutava e segnalava la possibile presenza di stupefacente
addosso alla persona. Sottoposto a controllo, è stato trovato in possesso di 2
bustine in cellophane, contenenti gr. 3,1 cadauna di marijuana, nonché della
somma di euro 1162,00, suddivisa in banconote di vario taglio. La perquisizione
è stata estesa anche presso l’abitazione e in due garage utilizzati dal
giovane, dove gli agenti hanno rinvenuto ulteriori grammi 100 di marijuana, la
somma di euro 225,00 nascosta in un cartone, materiale per il confezionamento
di dosi singole di stupefacente (2 bilancini di precisione, forbice, nastro
adesivo, un trita erba, un rotolo di bustine in cellophane, un apparecchio per
saldatura a caldo per la sigillatura delle bustine, un apparecchio
lancia-fiamma di costruzione artigianale). Al termine dell’operazione, lo
stupefacente, il denaro, e il materiale rinvenuto per il confezionamento nonché
il telefono cellulare in possesso del giovane sono stati sottoposti a
sequestro, mentre l’uomo è stato tratto in arresto.
Il 4 settembre u.s., agenti del Posto Polizia Ferroviaria di Campobasso, in
quella stazione hanno controllato due giovani del posto, conosciuti come
assuntori di sostanze stupefacenti.
Uno dei due è stato trovato in possesso di gr. 0,22 di eroina, per cui gli
agenti hanno proceduto al sequestro della sostanza ed alla segnalazione del
soggetto all’autorità competente per l’irrogazione di sanzioni amministrative.
L’altro, invece, è stato trovato in possesso di un involucro in cellophane,
occultato negli slip, contenente gr. 28,61 di eroina e una piccola quantità di
hashish, nonché di un bilancino di precisione e della somma di euro 255,00. La
perquisizione è stata estesa anche presso l’abitazione del ventitreenne, dove
gli agenti, sotto la sella di un ciclomotore parcheggiato nel garage, hanno
rinvenuto quasi un chilo di hashish suddivisa in 8 panetti, mentre nella stanza
da letto, in un armadio, hanno trovato un borsello con all’interno la somma di
euro 4.170,00.
Al termine dell’attività, lo stupefacente ed il denaro sono stati sottoposti a
sequestro, mentre il giovane è stato tratto in arresto.
L’attività della Polizia Ferroviaria nel periodo estivo è stata improntata
anche all’assistenza di persone in difficoltà, senza fissa dimora, che
gravitano in ambito ferroviario, nonché verso i tanti viaggiatori, italiani e
stranieri, che si sono rivolti agli agenti per chieste di aiuto in relazione
allo smarrimento di bagagli, documenti, telefoni cellulari, ecc., nello spirito
della Polizia di prossimità.
 
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap