domenica, 14 Aprile 2024

Patto di amicizia tra Matera e Greccio (Ri) sulla tradizione presepiale

Matera è tra le città protagoniste oggi (13 aprile) alla “Festa delle città gemellate”, che si svolge nel comune rietino di Greccio dove è stato realizzato il presepe di San Francesco, il più antico d’Italia con i suoi 800 anni. Un’occasione preziosa per coinvolgere...

Il nuovo arcivescovo di Campobasso-Bojano, mons. Biagio Colaianni, si insedierà nella Arcidiocesi metropolitana del Molise il 9 marzo 2024.
La solenne celebrazione avrà inizio alle ore 16,00 presso la Basilica minore di Castelpetroso (IS), dove si terrà il rito d’ingresso e possesso della guida dell’Arcidiocesi.
Mons. Colaianni subentra a mons. GianCarlo Bregantini che lascia la Chiesa locale per raggiunti limiti di età. Questo momento segnerà l’inizio del suo ministero pastorale.
Il programma nel dettaglio prevede l’accoglienza dell’arcivescovo alla porta della Basilica. L’arcivescovo entrerà poi in Basilica e, attraversando la navata centrale, saluterà il popolo radunato. Al termine, Monsignor Bregantini, come Amministratore Apostolico, porgerà il saluto al nuovo Arcivescovo a nome del clero, dei laici e di tutta la Chiesa di Campobasso-Bojano. Seguiranno il saluto dell’Arcivescovo Colaianni, l’ostensione e lettura della Lettera Apostolica, i riti dell’insediamento ufficiale e la celebrazione eucaristica. Al termine della celebrazione eucaristica il delegato arcivescovile, Don Antonio Arienzale, consegnerà al nuovo pastore il dono di tutta l’arcidiocesi.
Dopo la benedizione solenne, alla quale è annessa l’Indulgenza Plenaria, l’arcivescovo S. Ecc. Mons. Biagio Colaianni si recherà all’esterno della Basilica per salutare e benedire tutto il popolo di Dio presente sul sacrato della Basilica, affidando la propria missione apostolica alla Vergine Maria Addolorata, patrona del Molise.

Foto Ufficio Comunicazioni Sociali della Diocesi

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap