sabato, 22 Giugno 2024

Matera, una nuova area giochi in piazza degli Olmi

La Giunta comunale di Matera, accogliendo la proposta dell’Unione italiana sport per tutti (Uisp territoriale di Matera), ha accettato la donazione e l’installazione di un’area giochi per bambini con playground, composto da sette postazioni di Percorso equilibrio in...

Alla ricerca di sua maestà il tartufo

Il Bianco pregiato, il Nero pregiato, il Brumale, lo Scorzone, il Marzuolo, l'Uncinato: benvenuti tra le specie calabresi di sua maestà il tartufo. D'estate, come sottolinea il tartufaio Bruno Minerba di Marconia di Pisticci, si va a caccia sull'Appennino...

Dal 1982, grazie all’iniziativa ideata
dal Ministero della Cultura francese, la Festa
della Musica
è diventata rapidamente un autentico fenomeno sociale,
fino a coinvolgere tante città europee.     

         Dall’edizione 2016
il MIBAC ha deciso di dare un forte segnale per la promozione di una delle
Feste più affascinanti che la cultura possa offrire. Una festa che, come
avviene in altre parti d’Europa, coinvolga in maniera organica tutta l’Italia
trasmettendo quel messaggio di cultura, partecipazione, integrazione, armonia e
universalità che solo la musica riesce a dare.

         Anche
quest’anno, il 21 giugno, giorno del Solstizio d’Estate, il Ministero
per i Beni e le Attività Culturali
promuove la Festa
della Musica 2019
in collaborazione con l’Associazione italiana
per la promozione della Festa della Musica
. 

         La Festa della Musica parla all’Italia intera,
sempre di più. Fare musica oltre i luoghi canonici e previsti aiuta a sostenere
la cultura come collante sociale. Uno strumento di democrazia a garanzia dei
diritti fondamentali dei cittadini, dell’uguaglianza, dell’equità sociale e
della libertà. Ecco perché il tema dell’edizione 2019 è Musica fuori centro.

         La Festa della Musica si avvale della
collaborazione della rappresentanza in Italia della Commissione Europea, leala
SIAE – che anche quest’anno ha applicato ulteriori agevolazioni alle iniziative
– dell’UNPLI, Feniarco, MiUR, il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero
della Salute, il Ministero della Difesa e quello di Grazia e Giustizia. Con il
contributo di AFI – associazione fonografici italiani. Main Media Partner: RAI;
Media Partner: Rai radio Tre e Telesia.

         Il primo
appuntamento delle iniziative promosse dal Polo Museale della Basilicata
è a Matera, G
iovedì 20 giugno, ore 19.30 con la Notte Bianca
dello Yoga
, un appuntamento unico rivolto a adulti e bambini che
vogliono sperimentare lo yoga, ospitati nella splendida cornice della terrazza
di Palazzo Lanfranchi.

         Seguirà
alle ore 21.30 il concerto di  MateraElettrica Ensemble con Badria Razem [Voce], Gianpaolo
Cassano
[Sintetizzatori], Tommaso Colafiglio [Chitarra Elettrica], Fabrizio
Festa
[Sintetizzatori]. Saranno eseguite musiche di J. S. Bach, G. Cassano,
T. Colafiglio, F. Festa, K. Jarrett. Sonorizzazioni a cura della Classe di
Musica Elettronica del Conservatorio di Musica E. R. Duni di Matera
. Il concerto
è realizzato in collaborazione con la Scuola di Musica elettronica e
Applicata del Conservatorio di Musica E. R. Duni di Matera
.

         La
serata del 21 giugno, l’appuntamento
principale promosso dal Ministero per i Beni e le attività Culturali [che
ha voluto, con la collaborazione del Comune di Matera, la “Città dei
Sassi” Capitale Europea della Musica per tre gioni 21-22-23 giugno] è il
cocerto del cantautore Roberto Vecchioni che insieme all’Orchestra di Piazza Vittorio si esibiranno
presso la Cava del Sole, ore 21.30 [ingresso gratuito fino a
esaurimento posti]. Attraverso la sua attività artistica, il cantautore ha da
sempre mostrato particolare attenzione, sensibilità e passione per gli studi
classici, anche attraverso la contaminazione tra musica e letteratura. Il
professore della musica italiana è un interprete dello slogan di questa
edizione, della “Musica fuori centro”,
della musica come ponte tra passato e presente, come strumento per ri-scoprire
i luoghi che acquisiscono altri significati, nuova centralità e vivono
nell’eterno presente del tempo verticale.

         Numerosi
e qualificati gli altri appuntamenti culturali che si teanno nei Musei lucani
afferenti il Polo  Museale della
Basilicata
le giornate del 21 e
del 23 giugno.

 

VENERDI’
21 GIUGNO

[Ingresso gratuito in tutti i Musei statali
della Basilicata]

 

TRICARICO, Palazzo Ducale, ore
20.30

Nuove carriere. Duo Roman Gero [flauto] – Fulvio Lattarulo [chitarra]

Vincitori Secondo
premio 19° Concorso Internazionale per giovani musicisti “Lams
Matera”

 

MELFI, Museo
Archeologico Nazionale Massimo Pallottino,
ore
20.30

Sulla
via del grano.
Concerto incentrato sulla tematica della Via del Grano o
Cammino Regio di Matera, antica strada costruita da Ferdinando IV di Borbone
alla fine del 1700, che attraversa Campania, Basilicata e Puglia, il duo
Giuseppe Del Plato (chitarrista) e Angelo Ruggieri (flautista) eseguono le
musiche dei compositori legati alla Via del Grano: Cimarosa, Paisiello,
Giuliani, Carulli, etc. Attraverso la musica l’Associazione “La Via del Grano”,
i Comuni interessati e altre figure da anni operano per il rilancio della
storia del territorio.

 

VENOSA, Parco
Archelogico,
ore 20.00

Banda
senza problemi.
In varie postazioni del Parco, la “Banda senza problemi”
– composta da 19 elementi [bassotuba, tamburo, grancassa, piatti, flicorno,
triangolo, clarinetto, sax contralto] diretti dal maestro e musicoterapeuta
Donato Elefante – si esibirà in una perfomance musicale. La BSP è nata con
l’obiettivo di aiutare ragazze e ragazzi disabili a integrarsi
socialmente, a comunicare ed esprimersi attraverso la musica. Si tratta di
un’iniziativa facente capo all’Istituto dei Padri Trinitari di Venosa.

 

POLICORO, Museo
Archeologico Nazionale della Siritide,
ore 20.30

Museo
in Jazz.
Concerto del Lav Bross. Jazz piano trio [piano,
contrabasso e batteria].

 

MURO LUCANO, Museo
Archeologico Nazionale

> ore
18.30
Sala Conferenze Roma. Proiezione
del film di Alfonso Cuaròn [vincitore del Leone d’oro 2018, di 3
premi Oscar 2019 e di 2 Golden Globe 2019]. > ore 20.20 Apericena
lucana.
 > ore 21.30 Terrazza grande El Barrio – tra tango e jazz. Concerto del gruppo
cosentino
Sertango Quartet [nato
nel 2011] che dedica il suo repertorio principalmente al tango e alle sue contaminazioni, attraverso
composizioni originali e rivisitazioni di brani di Astor Piazzolla, Richard
Galliano, Carlos Gardel.
L’evento è organizzato in collaborazione con il
locale ‘Centro Culturale Franco-Italiano’ nell’ambito della manifestazione
estiva ‘Se una sera d’estate al Museo..’, dedicata quest’anno al ricordo del
giornalista Rocco Brancati.

 

POTENZA, Museo Archeologico Nazionale della Basilicata Dinu Adamesteanu, ore
20.30

The
prince of Venusia
[2013]. 
Film di Silvio Giordano ambientato fra Venosa,
Acerenza e Potenza che racconta degli ultimi anni della vita di Gesualdo da
Venosa. Il film ha la forma della tragedia greca e la colonna sonora è quella
dei suoi famosi Madrigali.

 

DOMENICA 23 GIUGNO

 

MATERA, Museo
Archeologico Nazionale Domenico Ridola,
ore 21.00

Nuove carriere. Concerto con
pianoforte di Angelo Nasuto, Vincitore Primo Premio 19° Concorso
Internazionale per giovani musicisti “Lams Matera”
.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap