giovedì, 25 Luglio 2024

Fino al primo marzo, in concomitanza con la mostra fotografica “Matera 1953 – La Lupa: il film di Alberto Lattuada, le foto di Federico Patellani”, in corso presso i locali comunali dell’ex Convento di Santa Lucia al Piano, sono in programma a Matera gli altri due appuntamenti della rassegna cinematografica dedicata alle opere girate da Lattuada tra gli anni Cinquanta e Sessanta, tutti al Cinema il Piccolo, via XX Settembre 14 (ingresso libero).

Dopo “La Lupa” (1953), “Luci del varietà” (1950) e “Anna” (1951), presentati recentemente durante le prime settimane dell’iniziativa, la retrospettiva prosegue giovedì 22 febbraio con “Il cappotto”, a cui sono riservate due proiezioni distinte (ore 17 e ore 20,30).
Tratto dal racconto di Nikolaj Gogol’ e realizzato nel 1952, “Il cappotto” è considerato uno dei lavori più importanti di Lattuada, che qui prosegue la sua riflessione sulla realtà dell’epoca attraverso una storia narrata con accenti pessimisti e malinconici. L’attenzione alle forme del cinema popolare è sempre evidente, ma il film si differenzia dagli altri realizzati dal regista per toni, scelte stilistiche e ideazione del racconto. Al successo contribuisce la presenza di Renato Rascel, capace di esprimere (spesso da solo) tutti i significati cercati da Lattuada sin dalle fasi di preparazione del film.
Tra gli interpreti: Renato Rascel, Giulio Stival, Yvonne Sanson, Ettore G. Mattia, Giulio Calì.Il calendario completo con i prossimi appuntamenti della rassegna presso il Cinema il Piccolo:

Il cappotto (1952), 22 febbraio – ore 17 e ore 20,30

Mafioso (1962), 1 marzo – ore 17 e ore 20,30

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap