sabato, 25 Maggio 2024

Nella
serata di ieri 3 agosto 2018, in Tricarico
(Mt), i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Tricarico,
nel corso di servizio perlustrativo, hanno arresto due coniugi del luogo, di 53
e 44 anni, responsabili del reato di violenza, minacce e resistenza a un
Pubblico Ufficiale.

In
particolare, intorno alle ore 20,30, i militari, nell’effettuare un posto di
controllo nel centralissimo viale Regina Margherita, hanno intimato l’alt al
conducente di un’autovettura di grossa cilindrata. Dal controllo è risultato
che l’autista non poteva guidare l’autovettura fermata in quanto neo patentato,
pertanto gli è stata contestata la relativa sanzione che prevede anche il
ritiro della patente. Il giovane, nel tentativo di evitare la pensa accessoria
del ritiro del documento di guida ha fatto intervenire sul posto i due genitori
che resisi conto dell’inflessibilità dei due Carabinieri, si sono scagliati
contro gli stessi strappando il processo verbale di contestazione, già redatto,
e procurando graffi e contusioni agli arti superiori, tanto che visitati dal
personale medico del locale Pronto Soccorso sono stati giudicati guaribili in
due giorni. A questo punto, con l’ausilio di altra pattuglia intervenuta sul
posto, i due genitori sono stati condotti in Caserma e a conclusione degli
accertamenti di rito, sono stati arrestati per violenza, minaccia e resistenza
a un Pubblico Ufficiale e sottoposti agli arresti domiciliari come disposto dal
magistrato di turno della Procura della Repubblica di Matera, informata di
quanto accaduto, la quale nella mattinata del 4 agosto 2018, non sussistendo
ulteriori gravi esigenze cautelari a loro carico, ne ha disposto la conseguente
liberazione.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap