giovedì, 25 Luglio 2024

Sono arrivati questa mattina a Matera, dopo la cerimonia di benvenuto di ieri sera a Bari al Castello Svevo, i ministri degli Esteri del Gruppo delle 20 principali economie del mondo, accolti dal titolare della Farnesina Luigi Di Maio (foto in copertina ANSA/Angelo Carconi).  “Per ricostruire insieme e meglio non dobbiamo lasciare nessuno indietro”, ha sottolineato il ministro. I lavori si sono svolti a Palazzo Lanfranchi.

“La pandemia da Covid-19 ha messo in luce la necessità di una risposta internazionale coordinata ad emergenze che trascendono i confini nazionali. In un mondo interconnesso, il multilateralismo e la cooperazione internazionale sono gli unici strumenti davvero efficaci di fronte a sfide globali” ha detto il ministro Di Maio nel suo discorso di apertura. “L’Italia sostiene un multilateralismo efficace e un ordine internazionale basato sulle regole, con le Nazioni Unite al centro”, ha aggiunto. “Un commercio libero, equo, inclusivo e basato sul rispetto di regole condivise è essenziale per contrastare la pandemia e promuovere una ripresa sostenibile, che renda le nostre economie più verdi e digitali” ha proseguito.  “Il G20 dovrà continuare a fornire un forte sostegno alla riforma dell’organizzazione mondiale del Commercio”.

“Con le due Conferenze Onu sui cambiamenti climatici (Cop26) e sulla biodiversità (Cop15), abbiamo un’occasione imperdibile, per attuare gli Accordi di Parigi, con l’adozione di impegni ambiziosi di breve termine e il sostegno all’obiettivo della neutralità climatica, che auspichiamo essere al 2050, in base agli impegni presi da un numero crescente di Paesi” ha inoltre ricordato il ministro degli Esteri. “Il G20 ha una particolare responsabilità nel favorire questi progressi.

L’Italia darà il proprio contributo attraverso la Presidenza del Gruppo e come partner del Regno Unito per la COP26″.

“Il primo obiettivo è fermare la pandemia di Covid-19, favorendo una distribuzione equa dei vaccini. Il secondo obiettivo è una ripresa economica sostenibile e inclusiva” ha detto il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, intervenendo ai lavori della riunione dei ministri degli Esteri del G20. “Il multilateralismo è il nostro strumento migliore per affrontare le sfide globali che dobbiamo affrontare, che si tratti della pandemia di COVID-19, della crisi climatica o della costruzione di una ripresa economica sostenibile. Il mio incontro con i Ministri degli Esteri del G20 ne ha rafforzato il ruolo vitale e il nostro profondo impegno” in questa direzione ha dichiarato Blinken. “Bloccare la crisi sanitaria globale” è il “primo obiettivo” della comunità internazionale e per raggiungerlo occorre una “cooperazione multilaterale” che contribuisca a “portare più vaccini in più Paesi” ha poi aggiunto il segretario di Stato Usa. A questo scopo, ha spiegato Blinken, si può utilizzare il meccanismo Covax, che Washington sostiene con un finanziamento di due miliardi di dollari. Il secondo obiettivo da raggiungere, ha sottolineato il capo della diplomazia Usa, deve essere “una ripresa economica sostenibile e inclusiva”. Gli Stati Uniti sono “grati” per la “leadership dell’Italia” nelle  sfide che sono al centro dell'”agenda globale”, come la lotta ai  cambiamenti climatici e il contrasto al Covid, “per ricostruire le  nostre economie e colmare le disuguaglianze”, aveva detto ieri in una  conferenza stampa a Roma Blinken.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap