sabato, 22 Giugno 2024

Matera, una nuova area giochi in piazza degli Olmi

La Giunta comunale di Matera, accogliendo la proposta dell’Unione italiana sport per tutti (Uisp territoriale di Matera), ha accettato la donazione e l’installazione di un’area giochi per bambini con playground, composto da sette postazioni di Percorso equilibrio in...

Alla ricerca di sua maestà il tartufo

Il Bianco pregiato, il Nero pregiato, il Brumale, lo Scorzone, il Marzuolo, l'Uncinato: benvenuti tra le specie calabresi di sua maestà il tartufo. D'estate, come sottolinea il tartufaio Bruno Minerba di Marconia di Pisticci, si va a caccia sull'Appennino...

Si è trattato solo di una dimenticanza, di “un mero errore materiale“: così la Direzione generale della ASM è corsa ai ripari integrando la contestata Delibera n. 559/2023, quella che escludeva i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta dal Tavolo Tecnico di Monitoraggio dei tempi di attesa dell’Azienda Sanitaria Locale di Matera.

Preso atto di quanto rilevato dai rappresentanti sindacali nella nota congiunta dello scorso 21 luglio, il provvedimento aziendale, che reca la data del 25 luglio ed è stato pubblicato questa mattina sul sito della ASM, prevede che entrino a far parte del Tavolo Tecnico per le liste di attesa sia un Medico di Medicina Generale che un Pediatra di Libera Scelta.

Sarà compito dell’Ordine dei Medici di Matera individuare i nominativi dei rappresentanti delle due categorie.  

Il documento elenca anche i compiti e le funzioni che la direttiva regionale del giugno scorso affida a questo organismo consultivo:

– valutare i risultati relativi al rispetto dei tempi di attesa, al rispetto della appropriatezza prescrittiva e al rispetto dei suddetti percorsi assistenziali;

– definire gli indirizzi strategici e indicazioni operative in materia di Governo dei tempi di Attesa;

– proporre le modalità di formazione/informazione destinate ai prescrittori al fine di garantire una effettiva omogeneità prescrittiva;

– proporre, altresì, al Direttore Generale provvedimenti di tipo amministrativo, quale la sospensione dell’attività prescrittiva, da applicare sia in casi di mancata adesione ai percorsi assistenziali, sia laddove si verifichino episodi ripetuti e non motivati di prescrizioni di prestazioni non appropriate.

Soddisfazione è stata espressa dal Dott. Michele Campanaro, segretario provinciale della FIMMG (Federazione Italiana Medici di Medicina Generale) e dal Dott. Eustachio Sarra, segretario regionale della FIMP (Federazione Italiana Medici Pediatri) appena appreso che la Direzione Generale della ASM aveva prontamente corretta la delibera istitutiva del “Tavolo Tecnico per il contenimento delle liste di attesa”.

“Ringraziamo la Direzione Generale della ASM e siamo pronti ad offrire la collaborazione di entrambe le nostre associazioni di Medici del Territorio per conseguire l’auspicato successo dell’iniziativa”.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap