martedì, 28 Maggio 2024

ASM, attacco hacker del gennaio 2024: comunicazione pubblica

Comunicazione pubblica ai sensi dell'art. 34, par. 3, lett. c), del Regolamento (UE) 2016/679 in merito all'attacco hacker subito dall’Azienda del Servizio Sanitario (Azienda Sanitaria di Matera, Azienda Sanitaria di Potenza, AOR San Carlo Potenza ed IRCCS-CROB...

Fidas Basilicata a marzo raddoppia il valore del dono, mostrando, come sempre, grande attenzione all’attualità e allo scenario di guerra che purtroppo ha colpito l’Ucraina nel cuore dell’Europa intervenendo con un’encomiabile iniziativa che coinvolge tutti i donatori. “Ognuno deve fare la sua parte,” ha dichiarato il Presidente di Fidas Basilicata Pancrazio Toscano, “e questo i donatori lo sanno bene, poiché, nel gesto del dono del sangue, c’è il senso più pieno della gratuità e della condivisione. Noi faremo la nostra parte per la popolazione Ucraina colpita che necessita in maniera immediata del pieno sostegno. In maniera unanime condanniamo la guerra e auspichiamo al più presto la pace, ma non possiamo rimanere indifferenti. A marzo raddoppiamo il valore del dono, continuando a consegnare le sacche donate ai centri trasfusionali regionali, e affideremo, a due importanti organizzazioni umanitarie, una parte del corrispettivo utile alla gestione delle sezioni,per sostenere concretamente la situazione di emergenza. Abbiamo individuato, infatti, i percorsi umanitari di UNICEF, che da sempre si occupa di aiuti ai minori, e della CARITAS,che si occupa di approvvigionamenti anche di prodotti farmaceutici. Abbiamo intrapreso un dialogo con la rappresentanza regionale di UNICEF Basilicata, con cui di recente abbiamo firmato un protocollo d’intesa, e con CARITAS Basilicata. I nostri dirigenti delle 31 sezioni di Fidas Basilicata e dei gruppi di donatori hanno accolto immediatamente la proposta di devolvere e anticipare la somma per queste giuste cause. Era necessario da parte nostra agire in manieraunitaria, facendo in modo che gli aiuti convogliassero nella giusta direzione”.

Fidas Basilicata è in continua crescita e da sempre promuove, oltre alla donazione del sangue e degli emoderivati, tutti i valori di solidarietà e di condivisione che sono sicuramente alla base del gesto del dono, ma che agiscono da collante della collettività per contribuire attivamente alla costruzione di una società civile coesa e pronta a sostenere chi ha bisogno.  Donare il sangue è necessario per mantenere attive le attività ospedaliere, che spaziano dalle trasfusioni, agli interventi chirurgici, e per la realizzazione di farmaci plasma derivati. L’iniziativa di Fidas Basilicata dà, in questa occasione, al gesto del dono del sangue, un valore ulteriore amplificando l’importanza delle reti associative. L’appello a donare è più accorato e si invitano tutti a compiere questo nobile gesto.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap