sabato, 22 Giugno 2024

Alla ricerca di sua maestà il tartufo

Il Bianco pregiato, il Nero pregiato, il Brumale, lo Scorzone, il Marzuolo, l'Uncinato: benvenuti tra le specie calabresi di sua maestà il tartufo. D'estate, come sottolinea il tartufaio Bruno Minerba di Marconia di Pisticci, si va a caccia sull'Appennino...

Nel periodo delle
festività pasquali, del 25 aprile e del primo maggio, in previsione del maggior
afflusso di passeggeri che utilizzeranno la rete ferroviaria nazionale, la
Polizia Ferroviaria del Compartimento Puglia, Basilicata e Molise sarà presente
nelle stazioni con un potenziamento di tutte le attività di prevenzione,
mediante l’incremento delle pattuglie con personale in uniforme negli scali, a
bordo dei treni e lungo le linee ferroviarie, oltre alla predisposizione di
specifici servizi straordinari di controllo del territorio, con l’impiego anche
di operatori della Squadra di Polizia Giudiziaria, finalizzati al contrasto di
ogni forma di illegalità.
Proprio in relazione al consistente movimento di viaggiatori nei periodi delle
festività, la Polizia Ferroviaria da alcuni anni è parte integrante del Centro
Coordinamento Nazionale Viabilità “Viabilità Italia”, per il monitoraggio in
tempo reale e la gestione di eventuali criticità che dovessero riguardare la
viabilità ferroviaria e stradale.
Per le tante persone che utilizzeranno il treno per gli spostamenti, la Polizia
Ferroviaria suggerisce alcuni consigli per un viaggio sicuro: prestare
attenzione al proprio bagaglio, soprattutto durante le fermate del convoglio,
ed evitare di lasciare incustoditi gli oggetti di valore a bordo treno. Per
evitare il rischio di borseggi, è opportuno prestare attenzione ad individui
che con stratagemmi cercano di avvicinare i viaggiatori — ad esempio davanti
alle emettitrici self service di biglietti . Al riguardo, è bene preparare il
denaro per l’acquisto lontano da occhi indiscreti ed evitare offerte di ausilio
da parte di persone che potrebbero essere malintenzionate.
Per questo motivo è bene evitare di affidare il proprio bagaglio ai facchini
abusivi e rivolgersi soltanto a persone autorizzate al predetto trasporto.
Per la tutela della propria incolumità, fare attenzione durante la permanenza
sui marciapiedi adiacenti ai binari, non oltrepassare la linea gialla; non
attraversare i binari ma servirsi sempre dei sottopassaggi; non tentare di
salire e scendere quando il treno è in movimento.
In questi periodi di rilevante esodo i reati più frequenti sono i furti e le
truffe. E’ buona norma prestare maggiore attenzione a tenere a mente che i
“professionisti del furto” tendono a sfruttare eventuali momenti di distrazione
(durante la consultazione dei tabelloni degli orari ferroviari oppure
l’utilizzo delle macchine self service di biglietti) ovvero situazioni di
assembramento di persone od oggetti (cartoni o abiti) per occultare i movimenti
delle proprie mani.
Le attività di vigilanza e controllo della Polizia Ferroviaria vengono
supportate dagli elementi tecnologici: le pattuglie sono dotate di smartphone
di ultima generazione che possiedono un dispositivo per la lettura ottica dei
documenti elettronici e la verifica immediata delle informazioni in banca dati
consentendo l’immediatezza delle informazioni, autonomia della pattuglia ed
inviando in tempo reale nel sistema di Sala Operativa l’identificazione.
Un importante elemento che integra il sistema di sicurezza consentendo il
controllo del territorio in maniera ottimale è la Sala Operativa, attiva H24,
che dispone di un videowall in cui vengono visualizzate le immagini delle telecamere
presenti in stazione che vengono anche registrate. Gli apparecchi in dotazione
alle pattuglie trasmettono le immagini ed i dati in tempo reale alla Sala
Operativa che ha la possibilità di coordinare efficacemente gli interventi sul
territorio, disponendo peraltro di sistemi di geolocalizzazione delle
pattuglie.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap