martedì, 16 Luglio 2024

Gli
Agenti della Squadra Mobile della Questura di Matera, a seguito di una attività
d’indagine, hanno arrestato in flagranza di reato un cinquantunenne di origine
cinese, per favoreggiamento della permanenza di stranieri irregolari nel
territorio dello Stato.

         L’arresto è maturato a seguito del
controllo di un opificio per la fabbricazione di salotti, ubicato nella zona
PAIP, all’interno del quale sono stati scoperti quattro lavoratori clandestini,
anch’essi di nazionalità cinese.

         I quattro – su un totale di diciannove lavoratori
– erano impegnati nell’opificio e all’arrivo della Polizia hanno cercato di
occultarsi tra le plastiche ed i telai utilizzati per la lavorazione ed il  confezionamento dei salotti, ma sono stati
scoperti grazie al tempestivo intervento degli Agenti della Squadra Mobile
supportati da quelli del Reparto Prevenzione Crimine Puglia Centrale che ogni
giorno concorrono nel controllo del territorio del capoluogo e della provincia.
 
 
 

         All’esito dell’attività compiuta dalla
Squadra Mobile, l’uomo è stato arrestato e sottoposto alla misura degli arresti
domiciliari su disposizione del P.M. Dott. Salvatore Colella, mentre i quattro
clandestini sono stati accompagnati presso l’Ufficio Immigrazione della Questura
dove gli è stato notificato il provvedimento di espulsione dal Territorio
Nazionale.

         Contestualmente, ha anche operato il
personale dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Potenza – Matera – Area
Vigilanza Matera che, oltre ad aver sospeso l’attività imprenditoriale, ha
accertato violazioni in materia di lavoro e legislazione sociale per un importo
pari a € 30.000 circa, oltre a violazioni in materia di sicurezza e igiene nei
luoghi di lavoro pari a circa € 36.000. Infine sono in corso ulteriori
accertamenti per verificare la regolarità contributiva.

         Sono in corso ulteriori indagini
finalizzate ad  evidenziare eventuali
ulteriori responsabilità.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap